Commenta

Sciolte le riserve: Alessia Minotti
candidata sindaco a Viadana. Tre liste
in appoggio e non manca la stoccata...

"Il piccolo commercio è la linfa che tiene unita la nuova comunità. Si tratta quindi di un modo di agire diverso a chi fino ad oggi ha seminato paure senza dare risposte ai cittadini. Ho tante idee per la città, tra cui progettare il rilancio del centro storico".

VIADANA – Non c’erano mai stati molti dubbi, ma adesso Alessia Minotti è ufficialmente candidata sindaco di Viadana. “Viadana è la mia città – spiega nel messaggio che presenta la sua discesa in campo -. È la città che amo e in cui vivo da sempre. Mi candido a sindaco della mia amata Viadana, che reputo la più bella del mondo. I miei genitori mi hanno insegnato che spendersi per gli altri è un dovere morale, e io per questo voglio spendermi per la mia città. Alla base di questa scelta mi sino posta una domanda, ovvero come poter far voltare pagina alla mia città, perché ce n’è bisogno, perché abbiamo visto come è cambiata la città in questi ultimi anni e di conseguenza crediamo che ci siano delle potenzialità da riscattare”.

“Il cantiere della coalizione – spiega Minotti, ex assessore della giunta Cavatorta e ora in campo anche contro la stessa attuale amministrazione – è ancora aperto ho posizionato le prime linee guida del cammino verso le elezioni: Lavoreremo per le associazioni di volontariato, presenze importanti sul territorio, cercheremo di recepire e ascoltare bisogni e necessità dei cittadini. Il trend sarà una campagna di ascolto, perché le persone hanno bisogno di esprimersi, più che farsi raccontare. Il programma elettorale è ancora da definire e in una fase iniziale definita come “organizzativa e di allargamento” già emergono comunque i punti principali della campagna della coalizione: al centro del futuro impegno per Viadana, per trovare relazioni tra volontariato e amministrazione, ma anche i temi ambientali e l’attenzione verso la qualità della vita dei cittadini”.

“Le liste civiche che sosterranno la mia candidatura sono Viadana Davvero, Viadana Futura e Generazione Viadana – annuncia Alessia Minotti – e saranno composte con persone provenienti da varie professioni, mondi, di idee diverse ma complementari, tutte accomunate dal buon senso e spinte ad amministrare, qualora eletti, guidati da uno spirito di buon governo. Faremo una politica di movimento, toccando ogni frazione e confrontandoci con tutti, senza dimenticarci mai di nessuno. Ecologia ed economia devono andare di pari passo, soprattutto ora che il mondo ha bisogno di cambiamenti. Dobbiamo pensare in piccolo per arrivare in grande. Per noi le prossime elezioni non saranno un traguardo ma un punto di partenza”.
Viadana è un territorio importante che ha bisogno di una ripartenza produttiva. E su questo punto la candidata non manca di lanciare una stoccata alle ultime amministrazioni, specie in tema di commercio. “Questa azione – spiega Minotti – deve essere sostenuta dall’amministrazione, per il futuro dei nostri giovani, per le grandi aree commerciali e, soprattutto, per il rilancio delle realtà più piccole con un’attenzione particolare alla bottega di paese. Il piccolo commercio è la linfa che tiene unita la nuova comunità. Si tratta quindi di un modo di agire diverso a chi fino ad oggi ha seminato paure senza dare risposte ai cittadini. Ho tante idee per la città, tra cui progettare il rilancio del centro storico, la zona del ponte Vecchio a Po e l’ex spazio Arena e tanto altro ancora. Sono alcuni sogni che ho da sempre e vorrei proporre a voi concittadini. Ora tocca a voi – conclude Alessia Minotti -. Potete scrivere i vostri suggerimenti e le vostre idee alla mia mail alessiaminotti.viadana@gmail.com“.
redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti