Ultim'ora
Un commento

Casalmaggiore, piano lavori
pubblici: come verranno spesi i
500mila euro di Regione Lombardia

Al Comune di Casalmaggiore sono stati assegnati 500 mila euro. Regione Lombardia ha imposto parametri temporali stretti al fine di accelerare la ripresa economica: entro il 31 ottobre i lavori devono affidati e iniziati

CASALMAGGIORE – C’è la città, ma ci sono pure le frazioni. I 500 mila euro che Regione Lombardia ha destinato al comune di Casalmaggiore per la realizzazione di opere pubbliche hanno la loro destinazione d’uso.

“Il Consiglio regionale – spiegano il sindaco Filippo Bongiovanni e il vice Giovanni Leoni – il 4 maggio ha approvato la Legge regionale 9, con cui Regione Lombardia stanzia 3 miliardi di euro per la ripresa economica, a seguito dell’emergenza causata dal Covid-19. 348.650.000 euro sono stati destinati ai Comuni, sulla base della loro dimensione demografica, per la realizzazione di opere pubbliche in materia di sviluppo territoriale sostenibile, mobilità sostenibile, interventi per l’adeguamento e la messa in sicurezza di strade, scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale, abbattimento delle barriere architettoniche e interventi per fronteggiare il dissesto idrogeologico e per la riqualificazione urbana, efficientamento energetico, illuminazione pubblica, risparmio energetico degli edifici di proprietà pubblica e di edilizia residenziale pubblica, installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Al Comune di Casalmaggiore sono stati assegnati 500 mila euro. Regione Lombardia ha imposto parametri temporali stretti al fine di accelerare la ripresa economica: entro il 31 ottobre i lavori devono affidati e iniziati.

Questo ha imposto di privilegiare progetti pronti e più semplici da realizzare e con tempi di gara di assegnazione più brevi. Un progetto già in programma nel piano opere pubbliche per il 2020 era il rifacimento del porfido in via Cairoli nel tratto tra l’ospedale vecchio e l’incrocio con via Colombo, che cuba 150mila euro a proseguimento della prima parte tra via XX Settembre e Vicolo Ospedale già completata. Il bando di gara è stato espletato ed è in corso di assegnazione. L’ intervento avrebbe dovuto essere pagato con oneri di urbanizzazione che con questa emergenza Covid si presume non si incasseranno.

I restanti 350mila euro sono appena stati destinati con delibera di Giunta n. 79 pubblicata venerdì 26 giugno 2020.

Si è deciso di puntare sulle strade più dissestate:
• Via Galluzzi, che era già stata sistemata solo per un primo tratto, con un progetto di lavori di manutenzione straordinaria che aveva previsto il consolidamento con rete di struttura del fondo ed il rifacimento completo dell’asfalto. Si va dunque a completare tratto tra via Crocette e la Sabbionetana comprese le rampe di accesso.
• Strada per Motta, tra Vicomoscano e il depuratore, disastrata in tre zone, si andrà a sistemare con fresatura e rifacimento dell’asfalto.
• Via Marzabotto, strada perpendicolare alla SP358 Castelnovese che si suddivide in due vie, quella più danneggiata da rifare è nel lato più prossimo alla Padania Alimenti.
• via Pellico, nella frazione Casalbellotto, tra via Tommaseo e il semaforo e da incrocio con via Ganda fino al campo da rugby. Verrà rifatto completamente il tappeto di asfalto.
• Tratto di pista ciclabile mancante in zona Eridanea – Via Porzio per la congiunzione completa con la ciclabile per Vicomoscano”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti