Ultim'ora
Un commento

Focolai, al Macello Ghinzelli
41 casi positivi su 421 test:
da domani riparte la produzione

L’analisi dei campioni, effettuata presso il laboratorio di ASST Cremona, ha consentito in totale l’identificazione di 41 soggetti positivi al virus SARS-COV-2, la maggior parte dei quali asintomatici; di questi, 31 sono domiciliati nel territorio di competenza di ATS della Val Padana, mentre i restanti 10 vivono nelle province di Modena e Reggio Emilia.

VIADANA – Nella giornata di oggi, 1° luglio, sono pervenuti i risultati degli ultimi tamponi eseguiti sui lavoratori del Macello Ghinzelli nell’ambito dell’attività di screening “a tappeto” condotta dall’ATS della Val Padana, in collaborazione con i medici competenti e grazie al contributo delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA) di ATS delle sedi di Viadana e Cremona. L’indagine ha coinvolto complessivamente 421 dipendenti della ditta e delle imprese che a vario titolo operano presso lo stabilimento.

L’analisi dei campioni, effettuata presso il laboratorio di ASST Cremona, ha consentito in totale l’identificazione di 41 soggetti positivi al virus SARS-COV-2, la maggior parte dei quali asintomatici; di questi, 31 sono domiciliati nel territorio di competenza di ATS della Val Padana, mentre i restanti 10 vivono nelle province di Modena e Reggio Emilia. Sia per i casi che per i loro contatti familiari e lavorativi è stato disposto l’isolamento, come prevede la normativa vigente; per loro proseguirà la sorveglianza sanitaria, grazie anche alla collaborazione con i medici di medicina generale.

Nei giorni scorsi era stato anche condotto un sopralluogo da parte del Servizio di Sicurezza e Prevenzione negli Ambienti di Lavoro (PSAL) di ATS, per la verifica della corretta applicazione dei protocolli anti Covid-19, in ottemperanza a quanto previsto dal protocollo del 24 aprile 2020, condiviso con le organizzazioni datoriali e sindacali. Non erano state riscontrate irregolarità; i sanitari dell’ATS si erano riservati di acquisire e valutare ulteriore materiale documentale, in particolare sulle metodiche di sanificazione degli ambienti. Alla luce delle verifiche condotte e del completamento dello screening di positività al tampone nasofaringeo, è stata consentita la ripartenza dell’attività nella giornata di domani.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti