Ultim'ora
Commenta

Premio Viadana, Zucchini
risponde alle critiche:
"Era già tutto stabilito"

Se veramente alla base di ciò ci fossero motivi elettorali, non avremmo esitato a pianificare votazione e premiazione prima del 20/09

VIADANA – “Già diversi giorni fa sulla stampa locale era apparso un articolo particolarmente esaustivo sulla conferma della venticinquesima edizione del Premio Viadana. Con il rischio di essere ripetitivi, torniamo a spiegare che gli appuntamenti della rassegna culturale erano già tutti fissati per il periodo di maggio/giugno, mesi in cui in condizioni normali si sarebbero svolte le amministrative, e settembre. A causa dell’emergenza sanitaria, lo slittamento, per il quale sono state sentite preventivamente tutte le case editrici che con grande entusiasmo hanno confermato la volontà di recuperare gli appuntamenti, è stato naturale e pare ora più che mai ragionevole e necessario sfruttare il più possibile gli spazi aperti, come da normative tuttora vigenti, considerate anche le temperature assolutamente favorevoli di fine estate, cosa che nei mesi autunnali risulterebbe piuttosto impraticabile. Se veramente alla base di ciò ci fossero motivi elettorali, non avremmo esitato a pianificare votazione e premiazione prima del 20/09! La Giunta, che da regolamento stanzia le risorse a bilancio e si occupa delle varie fasi organizzative del Premio, ha ritenuto opportuno lasciare invece il congruo tempo per la lettura, rimandando il momento della votazione e, quindi, anche quello della premiazione nel periodo autunnale. I cittadini stanno beneficiando di un graduale ritorno alla normalità (ricordo che i primi 3 libri sono già disponibili), con un’iniziativa sempre più apprezzata e richiesta anche e soprattutto grazie al costante e proficuo lavoro della Commissione Scientifica Selezionatrice che si occupa appunto della scelta dei libri e autori finalisti, mentre la prossima amministrazione avrà l’onore di premiare l’autore democraticamente votato dai giurati”. Così l’assessore Ilaria Zucchini risponde alle critiche.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti