Ultim'ora
Commenta

Degli Angeli (M5S Lombardia):
“Edilizia pubblica sottofinanziata
Va tutelato il diritto alla casa”

Il via lo dà il governo Conte, che ha varato uno strumento innovativo per sostenere l’edilizia: l’ecobonus che può rimborsare fino al 110% i lavori di efficientamento energetico e sismico degli stabili residenziali, compresi quelli popolari.

“Mentre il settore dell’edilizia residenziale pubblica è cronicamente sotto finanziato da Regione Lombardia, interi quartieri popolari vengono condannati a un crescendo di degrado e disagi”. Sono le parole di Marco Degli Angeli, consigliere del M5s di regione Lombardia che proprio in fase di assestamento al bilancio regionale, cavalca numerosi emendamenti e due ordini del giorno a firma del gruppo consiliare targato M5s, con l’obiettivo di trovare soluzioni economiche e innovative per tutelare il diritto alla casa: “È il momento di fare scelte a favore dei cittadini”.

Il via lo dà il governo Conte, che ha varato uno strumento innovativo per sostenere l’edilizia: l’ecobonus che può rimborsare fino al 110% i lavori di efficientamento energetico e sismico degli stabili residenziali, compresi quelli popolari. “In modo particolare – sostiene Degli Angeli -, l’ecobonus consente la realizzazione del cappotto termico o di impianti di riscaldamento, la sistemazione degli infissi, dei pavimenti, l’installazione di pannelli solari, accumulatori, colonnine per la ricarica di veicoli elettrici. Sono tutti interventi strutturali atti a migliorare le abitazioni e quindi lo stile di vita di chi ci risiede”.

A onor di cronaca nel corso di martedì 14 luglio, il Consiglio Regionale ha votato all’unanimità una mozione che impegna Regione a sfruttare al meglio la misura in questione. “Ora – sottolinea Degli Angeli – è  necessario dare piena attuazione all’impegno preso ed è per questo che chiedo il potenziamento delle UOG (unità organizzative gestionali in cui si articolano le ALER)”. L’obiettivo di Degli Angeli è quello di affrontare al meglio la riqualificazione del patrimonio edilizio pubblico: “Il prossimo futuro va affrontato con uno sforzo straordinario, oltre che con politiche lungimiranti ed innovative. Ritengo quindi urgente  avviare le ristrutturazioni e riqualificazioni attese da anni, soprattutto per ristabilire le condizioni minime di decoro e contribuire al rilancio del settore dell’edilizia”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti