Ultim'ora
Commenta

Paluan e Invernizzi incantano
l'Eridanea: musiche d'autore
a estasiare il pubblico

Venerdì sera a tutto questo si è aggiunto l'incanto della musica di alta scuola eseguita da due esperti e collaudati professionisti quali Giacomo Invernizzi e Cristiano Paluan

CASALMAGGIORE – Quando due magiche atmosfere s’intrecciano nasce una serata speciale. A Casalmaggiore l’ambiente della Canottieri Eridanea adagiata sul Po  regala già in maniera autonoma eleganza e raffinatezza.

Venerdì sera a tutto questo si è aggiunto l’incanto della musica di alta scuola eseguita da due esperti e collaudati professionisti quali Giacomo Invernizzi e Cristiano Paluan.

Con i rispettivi strumenti, il violino e il pianoforte, entrambi hanno dato prova di estrema bravura appoggiandosi ad un repertorio che tra l’altro offriva per se stesso garanzia di piacere e benessere. La musica, secondo diffuse opinioni contribuisce a sollevare la mente da pensieri ed inquietudini grazie alle vibrazioni che arrivano al cervello passando per tutto il corpo. Certo non per tutti è cosi e qualche volta i gusti sono da condividere con chi preferisce l’attrazione gastronomica o il tifo per la finale della Europa League come è successo ieri sera all’Eridanea costringendo una signora ad alzarsi per chiedere cortesemente silenzio e rispetto per il Concerto.

Ma poi la magica atmosfera ha prevalso grazie anche all’introduzione di un intramontabile ‘Moon River’ sapientemente eseguito dai due artisti in omaggio al fiume quieto e silenzioso a due passi dalla scena. La scaletta, presentata da una elegante Nicoletta Lombardi, ha contemplato brani classici come ‘il Padrino’ di Nino Rota, ‘Summertime’ di George Gershwin, ‘Soldier in the rain’ di Hernry Mancini, ‘Romanza in Fa maggiore’ di Ludwig Van Beethoven con una straordinaria ‘Lezione di piano’ di Michael  Nyman.

La seconda parte del Concerto ha invece visto prevalere l’esecuzione di fantastiche arie da film di Ennio Morricone scomparso nel periodo in cui i due musicisti  stavano preparando il programma relativo all’esibizione all’Eridanea.

Il violinista Invernizzi a proposito del celebre compositore ha ricordato di avere lavorato con lui a Roma citandone l’estrema disponibilità e professionalità. Riportando però un episodio per rivelarne la facile predisposizione alla contrarietà e al rigore come quando, vedendo un musicista distratto o intento ad accavallare le gambe, fosse pronto ad interrompere con  stizza le prove in teatro.

La serata nei giardini dell’Eridanea si è conclusa con la concessione di diversi bis richiesti dal pubblico inebriato dal ritmo finale di grandi autori di musica tanghera quali  Carlos Gardel e Astor Piazzolla.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti