Commenta

Gazzuolo, nuova tecnologia
a scuola: bando GAL
Oglio Po per 57 mila Euro

Il contributo, pari a circa 57.000 euro, unito al cofinanziamento del comune di 20.000 euro consentirà l’acquisto di 106 chromebooks (uno strumento che ha le funzionalità del tablet e del computer) per gli alunni

GAZZUOLO – lUn bando del GAL “Oglio-Po” relativo agli “Incentivi per lo sviluppo dei servizi in favore della popolazione rurale” porta nuovo ossigeno ed opportunità nelle casse del comune di Gazzuolo Si tratta di 57 mila Euro ottenuti dall’amministrazione che saranno impiegati nella strumentazione tecnologica scolastica, un supporto sempre più importante per un apprendimento completo ed al passo con i tempi.

“Nel periodo di reclusione forzata a causa della pandemia da COVID-19” afferma l’Assessore all’Istruzione Patrizia Zangrossi “il comune ha dovuto fare i conti con il fatto che una fetta della popolazione, soprattutto le fasce più fragili – bambini e anziani – si è vista negata la possibilità di continuare il percorso scolastico ed educativo o di rimanere in contatto anche visivo con i propri cari a causa della mancanza della dotazione informatica necessaria o per l’incapacità di utilizzarla. Dotando la scuola e gli studenti di strumenti informatici adeguati, insegnando informatica di base a bambini ed anziani attraverso corsi specifici a scuola, in biblioteca o presso il centro sociale si può cercare di ovviare a questo problema.”
Nello specifico: “Il contributo, pari a circa 57.000 euro, unito al cofinanziamento del comune di 20.000 euro consentirà l’acquisto di 106 chromebooks (uno strumento che ha le funzionalità del tablet e del computer) per gli alunni della scuola media e del secondo ciclo della primaria, 9 Lavagne Interattive per completare la copertura delle aule scolastiche di tutti i plessi, 1 innovativo tavolo interattivo orizzontale per i più piccoli della scuola primaria, una stampante 3D per ogni scuola ed alcuni strumenti robotici per la scuola materna. Inoltre – conclude il comunicato stampa – sarà acquistato un tablet per la Fondazione Caracci, per consentire agli ospiti di fare videochiamate con i loro cari, nel malaugurato caso di dover nuovamente contingentare le visite dei parenti”.
Un bando, quello del GAL Oglio Po che permetterà alle scuole del territorio di pertinenza del comune amministrato dalla giunta Contesini, una visione più moderna che possa aprire finestre differenti sull’apprendimento  ed ampliarne la profondità anche in ottica futura, dove tecnologia e lavoro formano sempre più un binomio inscindibile.
redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti