Ultim'ora
Commenta

L'infettivologa Balotta: "Il
virus non è cambiato". Vaccino?
"Non prima della primavera"

“Il virus non è mutato e le discoteche non andavano riaperte”. Ecco l’intervista all’infettivologa dell’ospedale Sacco di Milano, la cremonese Claudia Balotta, a cui si deve la scoperta del ceppo italiano del Coronavirus. Sul vaccino: “non prima della prossima primavera”. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

“Il virus non è mutato e le discoteche non andavano riaperte”. Ecco l’intervista all’infettivologa dell’ospedale Sacco di Milano, la cremonese Claudia Balotta, a cui si deve la scoperta del ceppo italiano del Coronavirus. Sul vaccino: “non prima della prossima primavera”. Intervista di Simone Bacchetta.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti