Ultim'ora
Commenta

Benedetta Boni (IoCAMBIO),
il rilancio del comune
che parte dalla cultura

È urgente superare la visione superficiale e limitata alle singole iniziative, per pensare ad una partecipazione allargata e rappresentativa degli interessi di ciascuno

VIADANA – Cosa si intende per promozione culturale della città? Quali elementi del patrimonio locale ci si aspetta che vengano valorizzati? Quale immagine si vuole trasmettere delle risorse cittadine? Attorno a questi interrogativi si sviluppa la proposta integrata di attività, progetti e iniziative, inclusi sotto la voce CULTURA all’interno del programma elettorale di Fabrizia Zaffanella, candidata a Sindaco del Comune di Viadana e supportata dalle liste ioCAMBIO e Uniti per Viadana. Eventi e manifestazioni letterarie, musicali e artistiche fanno certamente parte del progetto. È, tuttavia, una visione ampia di valorizzazione culturale del territorio a guidare il programma. È in quest’ottica che anche paesaggio, cibo, ambiente, tradizione, tecnologia, sport, artigianato e industria si sommano all’ampio patrimonio artistico nella definizione globale di cultura.

“La cultura è uno straordinario strumento per rilanciare il nostro territorio. La promozione culturale della nostra realtà–commenta Benedetta Boni, giornalista, membro della lista civica ioCAMBIO e candidata di punta a ricoprire ruoli di rilievo nella nuova giunta – diventa una risorsa strategica di sviluppo capace di portare ricchezza e valoreper l’intera comunità. Il progetto punta su una narrazione inedita della bellezza e dell’offerta della città: trasmetterne l’identità significa attuare a supporto un piano di advocacy e comunicazione, sostenuto da strumenti tradizionali e digitali, per accreditare il paese e attrarre visitatori”.

È urgente superare la visione superficiale e limitata alle singole iniziative, per pensare ad una partecipazione allargata e rappresentativa degli interessi di ciascuno. Inseriremo Viadana tra le mete di chi visita la regione e di chi si muove al confine tra le province. Abbiamo un programma riccoe mirato, capace di stringere sinergie con Enti e Associazioni impegnati nella promozione del territorio e delle sue peculiarità enogastronomiche e paesaggistiche; vogliamo sviluppare partnership con Istituzioni e Comuni limitrofi, passando dalla stretta collaborazione tra i diversi assessorati.

“Occorre accelerare il processo di rilancio del Comune, aggregando gli sforzi di istituzioni, società civile e imprenditoria. Oltre a sostenerne l’immagine storica – conclude Benedetta Boni – la nostra valorizzazione del patrimonio culturale cittadino porterà ricadute positive a tutti i livelli. L’obiettivo è posizionare Viadana al centro di un circolo virtuoso, fatto di turismo, commercio, tempo libero e arte”.

Fra i molti progetti allo studio, ecco una selezione di alcune delle proposte inserite nel programma elettorale e che saranno oggetto di specifici approfondimenti: Giornata del territorio – Un open day articolato attraverso un pianodi incontri e dibattiti con il coinvolgimento di esperti e giornalisti, stand e laboratori a favore della corretta informazione sulterritorio e le sue risorse; Ciclo di conferenze tematiche – Faccia a faccia con personaggi del mondo della cultura, dell’impresa, delle istituzioni, dell’arte per dibattere su temi cari alla comunità; Musica in città – Un programma di concerti che animino, secondo un calendario definito, i luoghi pubblici della città (chiese, location, gallerie); Giovedì al cinema – Una rassegna cinematografica tematica itinerante (Viadana e frazioni); MuVi La casa della cultura – Un progetto dedicato a collocare la sede del museo al centro della vita culturale cittadina. Spazio a mostre, workshop, dibattiti e lezioni pubbliche sulla storia locale; Teatro diffuso – Una stagione teatrale programmata in accordo con i teatri delle frazioni e dei Comuni vicini, per migliorare e arricchire l’offerta culturale; La Biblioteca dopo il tramonto – Prolungare l’orario di apertura al pubblico nelle ore serali in collaborazione con le associazioni di volontariato; Focus group permanenti – Gruppi di lavoro tematici, aperti alla partecipazione della cittadinanza,dedicati al follow up delle attività realizzate e alla pianificazione di nuove proposte; Premio Viadana – Implementazione di una case history di successo attraverso un dialogo sempre più stretto con le diverse case editrici, il coinvolgimento delle frazioni, la menzione speciale di autori locali (fuori gara) e partnership con manifestazioni ‘sorelle’ (es. Festivaletteratura di Mantova).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti