Ultim'ora
Commenta

Cividale, domani l'intitolazione
della scuola dell'infanzia
a don Massimo Morselli

"... questo mi sta a cuore: passare da una scuola-istituzione, ad una scuola che si fa comunità ... famiglia ...". Il concetto, espresso da don Massimo nell'occasione di un incontro con le insegnanti della Scuola cattolica di Calcio

CIVIDALE – Domenica 13 settembre, la rinnovata Scuola dell’Infanzia di Cividale Mantovano verrà dedicata alla figura di Don Massimo Morselli. La cerimonia pubblica è parte delle iniziative organizzate dal Comune e dalla Parrocchia che aprono con una messa in suffragio, proseguono con la dedicazione e chiudono con un concerto vocale e strumentale. Il tutto nel rispetto delle norme anti COVID.

I lavori di ristrutturazione del piccolo edificio di proprietà comunale, conclusi in tempi record per consentirne la riapertura, e prima ancora la progettazione degli stessi hanno evidenziato la carenza di titolazione. Il rapido sondaggio condotto dagli amministratori locali ha accolto il suggerimento del Consigliere Gianfranco Paroli che ha proposto di dedicarla alla memoria di Don Massimo Morselli, sacerdote, recentemente scomparso.

Don Massimo, originario di Cividale e molto legato alla sua Comunità d’origine pur esercitando il Ministero in altre parrocchie della diocesi cremonese (Sabbioneta, Breda Cisoni e Calcio), ha avuto un’attenzione ed una dedizione costante per i Giovani, con i quali, grazie anche al carattere e alle sue doti naturali, ha sempre avuto un rapporto speciale, una cura continua e un filo diretto di comunicazione e di animazione. I Giovani sono sempre stati nel suo cuore di Vicario, di Parroco e di Assistente Diocesano dell’Azione Cattolica dei Ragazzi (ACR); giovane prete in mezzo a loro e per loro. I ragazzi percepivano immediatamente il suo carisma: Don Massimo era scherzoso nell’animazione e nelle idee, ma profondo nell’ascolto, nella valorizzazione, nel cercare sempre di portare i Giovani, ad una riflessione su se stessi, sulla loro vita, sulle loro aspirazioni, sul loro rapporto con Dio e con la Comunità. È mancato prematuramente, strappato alla Vita e al suo Ministero nella primavera del 2015.

Alla cerimonia di dedicazione interverranno il Sindaco Massimiliano Galli che introdurrà e lascerà quindi la parola alla Dirigente scolastica Elena Rizzardelli, al Parroco don Ernesto Marciò al Consigliere ed amico Gianfranco Paroli, per concludere col Professor Donato Morselli che tratteggerà la figura del fratello e del sacerdote.

Con la targa marmorea, apposta all’esterno dell’edificio, una lavagna, sistemata nell’ingresso, ricorderà il sacerdote riportandone le parole ” “… questo mi sta a cuore: passare da una scuola-istituzione, ad una scuola che si fa comunità … famiglia …”. Il concetto, espresso da don Massimo nell’occasione di un incontro con le insegnanti della Scuola cattolica di Calcio, esprime, crediamo, il sentire e gli auspici della Comunità locale che domenica 13 condividerà le celebrazioni.

PROGRAMMA delle celebrazioni di Domenica13 Settembe 2020:

– ORE 18:00, nella chiesa parrocchiale, S. MESSA DI SUFFRAGIO NEL V° ANNIVERSARIO DELLA MORTE, celebra dal Parroco don Ernesto Marciò.

– ORE 19:30, alla Scuola dell’Infanzia in Via Vittorio Veneto, APPOSIZIONE DELLA TARGA MARMOREA.

– ORE 20.30, in Chiesa, CONCERTO VOCALE E STRUMENTALE della Schola Cantorum di Cividale con la partecipazione dell’Orchestra filarmonica di Mantova.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti