Commenta

Laudato si, Viadana
e Marcaria in udienza
a Roma dal Papa

Un’udienza che ha visto in primis il proprio frutto. Il Papa ha accettato di buon grado l’omaggio che la Comunità di Viadana e la nascente Comunità di Marcaria han consegnato

ROMA – Udienza dal Papa per la Comunità ‘Laudato Si’ di Viadana e il neonato gruppo di Marcaria.

“Oggi 12 settembre 2020 – scrivono nella loro relazione – sono le 11:40 siamo in Sala Nervi e le 60 comunità ‘Laudato si’ attendono il Papa. L’attesa dell’udienza è già certezza di benvenuto, nell’osservare la sfilata delle guardie papali prendere posto calcando il morione arricchito dal pennacchio rosso. È già tempo di lasciare il passo al bel sorriso amabile avvolto dalla veste talare bianca…

Ed eccoci il Papa a tre passi dal mio naso. Carlin Petrini fondatore di Slow Food presenta i circa 250 presenti, rappresentanti delle diverse Comunità Laudato si’, fondate nel nostro Paese sull’invito del Papa proprio a seguito dal enciclica Laudato si’.

Rotto i protocolli il Papa parla a braccio.

Sprigiona simpatia, si sofferma sui passi della sua enciclica e rafforza gli intenti delle diverse comunità per diffondere lo spirito della Laudato si’ e promuovere la tutela della Casa Comune e della Giustizia sociale. Diffondere le buone pratiche, senza interessi politici né partitici, una sfida per consegnare ai nostri giovani un’ equità ecologica ritornando a contemplare in silenzio, ricercando l’armonia scoprendo la preziosità del fare con passione per costruire una fraternità, per vedere in ciascuno il proprio prossimo.

Un’udienza che ha visto in primis il proprio frutto. Il Papa ha accettato di buon grado l’omaggio che la Comunità di Viadana e la nascente Comunità di Marcaria han consegnato.

È un videoclip realizzato da giovani del nostro territorio che motivati dalle parole chiave dell’enciclica hanno steso la trama. Il video ha già ricevuto premi e verrà proiettato”.

Erano presenti: Fiorenza e Don Angelo rappresentanti della nascente comunità di Marcaria. Primo, Luigi, Cristian, Don Paolo per la comunità di Viadana.

redazione@oglioponews.it

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti