Ultim'ora
Commenta

Fabrizia Zaffanella, in caso
di vittoria Saverio Parmigiani
assessore all'ambiente

A Saverio verrà infine chiesto un occhio di riguardo al rapporto tra cittadini, imprese e macchina comunale. Occorre recuperare un dialogo snello che non appesantisca di burocrazia chi ha necessità particolari

VIADANA – La candidata sindaco Zaffanella Fabrizia, in attesa del ballottaggio e fiduciosa del positivo riscontro che uscirà dalle urne, svela un altro nome della Giunta che la affiancherà nell’amministrazione del Comune di Viadana. Dopo Benedetta Boni, futuro Assessore alla cultura, oggi presenta Saverio Parmigiani.

Tecnico ambientale, sposato con un’insegnante di scuola primaria di Viadana e padre di 3 bambine. Nel suo curricolo una laurea a pieni voti in Scienze Ambientali e un master in gestione del sistema idrico integrato. Da sempre impegnato come guida ed educatore ambientale, è stato anche referente per il Comune di Viadana presso il Parco Oglio Sud.

Da più di un decennio lavora, come consulente esterno, al servizio delle Aziende locali per aiutarle a districarsi nella complessa burocrazia in vigore, supportandole nell’attività produttiva e incoraggiandole nella ricerca e nello sviluppo. In un’ottica di assegnazione dei ruoli basata sulle competenze, il percorso professionale e le attitudini, ritengo che Saverio sia la persona ideale per diventare il nostro assessore all’ambiente. Saprà infatti valorizzare il nostro territorio dialogando costruttivamente e in modo propositivo con tutte le realtà, in primis quelle produttive e agricole che ricoprono un’importanza fondamentale.

Intendiamo affidare a lui anche due deleghe particolari: famiglia e bandi. La delega alla famiglia ha il particolare significato di ribadire la nostra attenzione verso questa realtà basilare della nostra società, incaricando una persona di coordinare tutti gli aspetti che più o meno direttamente toccano questa prima istituzione sociale: scuola, sanità, servizi sociali, attività sportive, eventi, ecc.

La delega ai bandi implica il coordinamento e l’impegno alla stesura di proposte e progetti in collaborazione con gli Enti del territorio perché Viadana possa tornare ad attingere a piene mani a tutte le risorse messe a disposizione dalla Regione, lo Stato e la Comunità Europea che in questi ultimi anni sono state colpevolmente snobbate.

A Saverio verrà infine chiesto un occhio di riguardo al rapporto tra cittadini, imprese e macchina comunale. Occorre recuperare un dialogo snello che non appesantisca di burocrazia chi ha necessità particolari o volontà di crescita. In tale ottica sarà ad esempio necessario rivedere o sostituire il portale telematico del Comune oggetto di diffuse e giustificate lamentele da parte di imprese e cittadini.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti