Ultim'ora
Commenta

Martignana Po, scuole e
centro sportivo nel dopo
lockdown: tutto è partito

Le scuole sono ripartite, è ripartito il prescuola, è ripartito il centro sportivo, è stato riattivato il piedibus. Dietro a tutto un lavoro capillare e meticoloso. Tre i plessi scolastici presenti nel comune

MARTIGNANA PO – Il Covid è ancora presente, anche se non c’è più il lockdown. “E anche noi abbiamo pagato un prezzo”. Si riferisce a chi non c’è più il sindaco Alessandro Gozzi. E’ solo un attimo di giusto ricordo, poi si torna al presente e al futuro.

Le scuole sono ripartite, è ripartito il prescuola, è ripartito il centro sportivo, è stato riattivato il piedibus. Dietro a tutto un lavoro capillare e meticoloso. Tre i plessi scolastici presenti nel comune.

NIDO

Quest’anno è record di iscritti. Sono 25 i piccoli che frequentano la struttura per una capienza complessiva (legata anche alla normativa Covid19) di 24 più 4. “La gestione è stata confermata a ‘Le Tate’ – ha spiegato Alessandro Gozzi – con le quali ci siamo trovati molto bene. Siamo contenti per come è gestito il servizio. Applichiamo tutte le normative per la prevenzione del Covid anche se per il Nido è un po’ più semplice che nelle altre scuole”

SCUOLA PER L’INFANZIA

Tre sezioni, 64 bimbi nel complesso da gestire. Ogni sezione ha un suo percorso di ingresso e d’uscita, così come è stato riorganizzato il servizio mensa. Continua a farsi a scuola, è stato scaglionato e il personale della mensa non viene mai a contatto con i bimbi (anche sui percorsi) se non quando vengono somministrate le pietanze. Durante la somministrazione gli addetti sono provvisti di tutte le protezioni possibili, a tutela dei piccoli e di se stessi. “E’ stata predisposta anche una sala Covid – spiega il sindaco – anche se si spera non serva mai. Prima del Covid ci era stato chiesto un preventivo di spesa per la messa in sucurezza. Avevamo previsto lavori al tetto e il cambio degli infissi. Di quanto avevamo messo in preventivo ci sono stati riconosciuti 17 mila euro, che ci serviranno per la fase progettuale ma faremo anche la parte successiva”.

SCUOLA PRIMARIA DI PRIMO GRADO

102 iscritti, cinque classi. Qui la struttura era già stata soggetta a lavori. Ancora prima del Covid le classi erano state allargate. “Siamo passati dai 36 metri quadri di media ad aule da 47 metri quadri la più piccola e 60 metri quadri la più grande. Riusciamo a distanziare tutti secondo le disposizioni del DPCM. I lavori di ampliamento hanno riguardato le ultime tre aule. Due sono già state terminate, nell’altra ancora ci sono lavori che termineranno a breve”. Anche in questo caso tutto è stato fatto nella massima sicurezza “L’area cantiere è isolata rispetto alla scuola. Ogni sezione ha il suo ingresso. Momentaneamente, visto che l’ultima aula è da finire, la classe di quell’aula fa lezione in quella che era la sala mensa. I bambini mangiano scaglionati.

PRESCUOLA E PIEDIBUS

“Abbiamo riattivato il prescuola, grazie alla parrocchia. Non avremmo potuto farlo a scuola. I genitori portano i bambini nella sala parrocchiale prima di andare a lavoro e poi da lì li va a prendere lo scuolabus per  portarli a scuola”. 20 i bambini seguiti da questo servizio gestito sempre da ‘Le Tate’. E’ stato riattivato anche il Piedibus: 19 i bambini che vanno a scuola a piedi, con 17 volontari che li seguono. “Devo ringraziare tutti i volontari – prosegue – e anche l’API di Martignana. Naturalmente vengono applicate anche qui tutte le misure anticovid. Mascherina e misurazione della febbre prima di partire, e distanziamento. Non applichiamo il sistema di altri comuni, abbiamo optato per la cordicella come per i bambini dell’asilo. E’ il metodo più sicuro per tenerli distanziati senza pericolo”.

CENTRO SPORTIVO

“Il Centro Sportivo e la Palestra sono stati riaperti. Servono alla scuola primaria e servono alle società sportive. Ancora per qualche tempo ospiteremo le giovanili di basket e volley di Gussola poi, quando avranno inaugurato le loro strutture resteranno solo le nostre due squadre, il volley di Martignana ed il calcetto. Possono anche essere utilizzati, seguendo la rigida normativa, gli spogliatoi. Sono ripresi anche lo Yoga e le arti marziali”.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti