Ultim'ora
Commenta

M5S Casalmaggiore e
Marco Degli Angeli: "Piano
Marshall, e il casalasco?"

A Casalmaggiore - spiega il consigliere regionale del M5S Lombardia Marco Degli Angeli - di questi 3 miliardi non arriverà nulla. Peccato, viste le esigenze del territorio

CASALMAGGIORE – Un piano per la ripresa della Lombardia. È il così detto piano Marshall regionale: un fondo approvato dalla Giunta regionale il 5 agosto 2020 e che, negli intenti, dovrà dare nuovo impulso alla ripresa economica della regione.

I fondi, a onor di cronaca, si dividono in due ‘fasce’ contraddistinte: da una parte si parla di 400 milioni di euro destinato ai comuni lombardi e da ripartire in base al numero degli abitanti. Mentre la restante parte, 3 miliardi e 130 milioni, verrà invece impiegata per finanziare una serie di progetti, che sono stai presentati assecondando le esigenze dei vari territori.

“A Casalmaggiore – spiega il consigliere regionale del M5S Lombardia Marco Degli Angeli – di questi 3 miliardi non arriverà nulla. Peccato, viste le esigenze del territorio.

Facendo, tanto per dare un’idea dell’entità del piano che poi è tutto a debito sul bilancio Regionale, un calcolo semplificativo della ripartizione dei fondi se fosse pari pari a livello territoriale e di abitanti, sarebbero 3,5 miliardi di fondi diviso 10 milioni di abitanti della Lombardia per i 15.000 abitanti di Casalmaggiore risulta circa 5 milioni di euro che dovrebbero competere alle esigenze del comune Casalasco, mentre per tutto il territorio Casalasco (circa 31.000 abitanti) in proporzione molti di più, almeno il doppio.  Pochi e buoni verrebbe da dire.

“A Casalmaggiore – spiega Degli Angeli – i cittadini e gli esponenti politici del MoVimento denunciano e palesano una serie di problematiche, per le quali sarebbe opportuno che la Giunta comunale si desse da fare facendo sentire la sua voce nelle opportuni sedi. Se non ora, quando?”.

Domanda – provocazione lecita, quella di Degli Angeli. Visto che a Casalmaggiore mancano diverse infrastrutture, tipo una rete ciclabile che unisce le varie frazioni, ancor di più manca una piscina comunale e, soprattutto, è l’unico comune della zona a non avere una tangenziale.

“O meglio – ironizza il consigliere pentastellato – una tangenziale ci sarebbe: purtroppo, sono le vie del centro cittadino”.

Ci si trova insomma davanti ad una totale inerzia e ad una totale mancanza di progettualità che, riprendendo le parole del consigliere targato 5S, se non ora quando sarà il momento di presentare?

Sì, perché ad esempio comuni come Soresina, Dovera e Viadana ricevono complessivamente 30 milioni per completare le loro tangenziali. Goito, invece, riceve addirittura 130 milioni per fare la propria tangenziale.

“Non si capisce – domanda Degli Angeli – perché a Casalmaggiore non sia stato pensato nulla di tutto ciò, soprattutto quando i problemi legati alla viabilità son ben noti. Si punti sulla tangenziale, subito, opera fondamentale che non deve esser vista solo come un compensativo di un’altra ipotetica futuribile autostrada. Inutile aspettare autostrade fantasma come la CR-MN col buco in mezzo (sembra un barzelletta) o ancora la TIBRE che dopo più di 35 anni di presa in giro al ns. territorio dovrebbe insegnare qualche cosa a chi ci amministra. La si pretenda subito”.

“Colgo l’occasione – specifica Degli Angeli – per riprendere quanto gli esponenti del M5S di Casalmaggiore hanno già dichiarato: sembra quasi che il sindaco e la sua maggioranza non abbiano il coraggio di richiedere investimenti straordinari alla Giunta regionale amica a guida leghista nemmeno ora, proprio quando ci sono e possono. Perché questa timidezza?

Mi chiedo quindi se questa amministrazione abbia sogni nel cassetto o la volontà di lavorare per il territorio, rendendolo più competitivo. Amministrare un comune, significa soprattutto ascoltare le esigenze dei propri cittadini e saper battere i pugni contro il tavolo per loro.

Pare – conclude il consigliere – che alcune decine di milioni del piano Marshall non siano ancora state destinate. Credo sia giunto il momento per l’amministrazione di Casalmaggiore di avanzare progettualità ormai improrogabili come già hanno fatto altri comuni. Da parte mia non farò mancare il mio contributo e supporto in fase di dibattito di bilancio”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti