Ultim'ora
Commenta

Viadana, il PD risponde a
Cavatorta: "Non desisteremo,
non si preoccupi per noi"

vediamo tanto fumo e poco arrosto negli ultimi 5 anni!! Oltre alle infamanti campagne di fango e offese al nostro indirizzo! Però noi sappiamo guardare avanti e non provare rancori o risentimenti verso chi condusse questa opera denigratoria

VIADANA – Non sono piaciute al PD viadanese le parole del sindaco Nicola Cavatorta. Questa la risposta alle dichiarazioni del primo cittadino. “Come Partito Democratico di Viadana, vorremo intervenire in merito alle dichiarazioni del Sindaco Nicola Cavatorta apparse sulla stampa alcuni giorni addietro. Leggendo attentamente nelle pieghe di queste dichiarazioni, nella meglio tradizione nero-verde, usando slogan di difficile interpretazione, gli addetti ai lavori denotano una linea ben marcata, che rivela in modo molto scorretto, politicamente ed umanamente parlando, un quasi avvertimento a desistere nelle nostre azioni politiche.

Per cui, egregio Sindaco, finchè la democrazia regna nel nostro paese, come opposizioni presenteremo e chiederemo con mozioni, interrogazioni o segnalazioni, sempre nel rispetto delle regole, delucidazioni, atti o numeri, ogni qualvolta servano approfondimenti e chiarimenti. Tutto ciò, non noi come persone, ma a nome di tutti i Viadanesi.

Riprendendo le sue dichiarazioni, poi, sì, ci interroghiamo a quando in ordine al periodo in cui ha governato la nostra parte politica (l’ultimo bilancio presentato da una giunta di centro sinistra è stato nel lontano 2013), e vediamo tante opere e benefici che tuttora sono visibili e tangibili (ricordiamo anche le belle battaglie politiche e gli scontri in Consiglio); e, nel contempo, vediamo tanto fumo e poco arrosto negli ultimi 5 anni!! Oltre alle infamanti campagne di fango e offese al nostro indirizzo! Però noi sappiamo guardare avanti e non provare rancori o risentimenti verso chi condusse questa opera denigratoria.

Concludendo, egregio sig. Sindaco, le sentenze, i bilanci ed i pareri dei revisori dei conti o della Corte dei Conti (i debiti fuori bilancio devono essere trasmessi alla Corte dei Conti) devono rimanere agli atti. Ragion per cui, lontani da ogni timore da ciò che possa emergere da queste carte, poiché siamo certi di aver agito per il bene della comunità, attendiamo la documentazione richiesta. Al momento opportuno, vedremo in sede di Consiglio Comunale gli eventuali provvedimenti da prendere e sapremo sicuramente esprimerci, senza essere di parte, poiché la rete del gas (e le altre opere) è di tutti e non di questa giunta”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti