Ultim'ora
Commenta

Viadana, RSA Grassi,
5000 mila euro raccolti per
la stanza degli abbracci

Manca così poco a raggiungere l’obiettivo, ma occorre affrettarsi se si vuole aderire al progetto: il 24 dicembre, a mezzanotte, si concluderà la raccolta fondi e a Natale l’importo raccolto verrà interamente devoluto all’RSA Grassi

VIADANA – Si moltiplicano i gesti di solidarietà per finanziare la realizzazione della ‘Stanza degli Abbracci’ nella RSA Grassi di Viadana. E la realizzazione dello spazio che permetta ai familiari di abbracciare i propri anziani ricoverati nella struttura sembra sempre più vicina.

Cristina Torricelli, consigliere counale de ‘Il grande Fiume’, esprime tutta la soddisfazione per la raccolta fondi da lei stessa avviata tramite Growish. La piattaforma ha funzionato, ma hanno anche funzionato le donazioni dirette. Ed un bel gesto di solidarietà dei dipendenti di Arti Grafiche Castello ce lo racconta lei stessa.

“Tramite l’abbraccio – spiega – si riesce a comunicare una serie di sensazioni, a trasmettere emozioni, cosa di cui abbiamo ancor più bisogno in questo periodo caratterizzato dal Covid e dal Natale ormai alle porte. E se ne abbiamo bisogno noi, ne hanno bisogno ancor di più le persone ricoverate al Grassi, che non aspettano altro di poter vedere e riabbracciare i loro cari. Un abbraccio che è stato negato loro per proteggerle, ma che risulta comunque incomprensibile a chi non ha più la stessa lucidità di prima.

Per questo, accogliendo la richiesta fatta dal Presidente della RSA Silvia Angelicchio al Comune, ho pensato di creare una colletta pubblica che in poco meno di tre settimane ha raccolto più di 4.000 €, non tutti però tramite Growish, il servizio scelto per raccogliere i fondi.

Alcune persone, infatti, hanno preferito effettuare il bonifico direttamente al Grassi. È il caso, ad esempio, dei dipendenti di Arti Grafiche Castello, che peraltro è un bellissimo esempio di generosità, per cui ci tengo a raccontarlo: scalda davvero il cuore.

Queste persone hanno espressamente chiesto all’azienda di non dare loro l’abituale strenna natalizia, ma che venisse devoluto un pari importo al progetto “Un abbraccio per Natale da donare al Grassi”, somma raddoppiata poi dall’azienda stessa, consentendoci così di avvicinarci sempre più all’obiettivo di 5.000€.

L’importo, che potrebbe apparire ambizioso, include l’acquisto di due paratie mobili, che non richiedono quindi interventi strutturali ai locali dell’Istituto, dotate di maniche che consentono di abbracciarsi in tutta sicurezza, test rapidi per i parenti, oltre al materiale di ricambio e per la sanificazione.

Manca così poco a raggiungere l’obiettivo, ma occorre affrettarsi se si vuole aderire al progetto: il 24 dicembre, a mezzanotte, si concluderà la raccolta fondi e a Natale l’importo raccolto verrà interamente devoluto all’RSA Grassi di Viadana, qualsiasi somma sia stata raggiunta”.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti