Ultim'ora
Commenta

Dosolo, lockdown e Covid: è
simpaticamente seria la
campagna di informazione

Le vie della comunicazione sono davvero molte e si diramano in più direzioni a seconda della creatività di chi i vuol fare passare il concetto che ha in mente. Un esempio? L'approccio a questa fase di lockdown ed alla pandemia in generale a parte del comune di Dosolo.

DOSOLO – Le vie della comunicazione sono davvero molte e si diramano in più direzioni a seconda della creatività di chi i vuol fare passare il concetto che ha in mente. Un esempio? L’approccio a questa fase di lockdown ed alla pandemia in generale a parte del comune di Dosolo. Con simpatia e senza spostare il focus dal leitmotiv inquadrato nelle immagini che compongono la campagna di comunicazione  riassumibile con: #LeCoseCheSoloNoi  utilizzando diversi registri, tra cui frasi in dialetto per ampliare ulteriormente il target a cui fare arrivare i contenuti,come ci spiega l’Assessore alle politiche sociali e giovanili, Chiara Poli:

 

“Nella confusione dovuta al susseguirsi dei numerosi dPCM – sottolinea l’Assesora dosolese – , Decreti Legge e provvedimenti regionali degli scorsi mesi, il Comune di Dosolo ha voluto impegnarsi nel realizzare una attività istituzionale dedicata alla propria comunità. La campagna social di sensibilizzazione contro il Covid19 è stata fortemente voluta dall’assessorato alle politiche sociali e giovanili che, con il prezioso aiuto di alcune giovani menti del paese, ragazzi facenti parte del “Comitato Giovani Dosolo Correggioverde Villastrada”, hanno realizzato contenuti umoristici con modi di dire e immagini che identificano il nostro paese, poi pubblicati sulla pagina ufficiale social del Comune di Dosolo”.

Metafore o massime nate su tavolini da briscola sono un ottimo link a quella saggezza popolare che è bene tenere viva per garantire quella forza penetrante al messaggio che in ambito marketing viene spesso etichettata con il termine di engagement.

 

“Il comitato giovani si è formato a inizio anno – continua Poli -, con l’intenzione di dar vita ad un nuovo evento primaverile, che purtroppo non si è potuto realizzare. I giovani, con il supporto dell’amministrazione, hanno voluto mostrare ai concittadini il loro senso di appartenenza e affetto verso il paese condividendo sui canali di diffusione Facebook e Instagram frasi non convenzionali per far leva sul buon senso dei cittadini e sul rispetto delle regole, nella speranza di riprendere a vivere la normalità quanto prima. L’intenzione è quella di strappare un sorriso ai cittadini con frasi dialettali e ricordi di avvenimenti noti contrassegnati dal hashtag #LeCoseCheSoloNoi, mantenendo un livello comunicativo informale e per questo il riscontro è stato sin da subito positivo. L’impegno ha voluto anche essere pratico tanto da aver dato la possibilità a Santa Lucia, nella sua tradizionale notte, di distribuire, a tutti i bambini dai 3 ai 10 anni, una busta contenente una letterina, caramelle e dei semini da poter coltivare, un piccolo pensiero con l’intento di unire le famiglie del nostro paese”.

 

A. S.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti