Cronaca
Commenta

Covid, bilancio settimanale con meno casi: torna a sgonfiarsi l'onda nel comprensorio

Ricordiamo che il rialzo di 159 casi registrato tra il 25 e il 31 gennaio era anche legato al fatto che si arrivava da un minimo storico: da qui il dubbio che si trattasse di un rimbalzo della curva, con la conferma giunta dagli ultimi numeri. Insomma, la situazione, anche dinnanzi alla prima settimana della Lombardia in zona gialla, è sotto controllo.

Effetto rimbalzo, si è trattato di questo. La riprova è giunta con il bilancio settimanale dei casi Covid nel comprensorio Oglio Po dal 1° al 7 febbraio: rispetto ai 159 nuovi positivi rintracciati nei sette giorni precedenti, ecco che nell’ultima settimana i nuovi casi sono stati 147, ossia 12 in meno. Curiosamente la frenata si registra nel mantovano, pur essendo quella virgiliana la provincia più toccata dalla seconda ondata del virus, mentre nel Casalasco si assiste ad una sostanziale identità, con rialzo di appena 3 casi da una settimana con l’altra.

Ricordiamo che il rialzo di 159 casi registrato tra il 25 e il 31 gennaio era anche legato al fatto che si arrivava da un minimo storico: da qui il dubbio che si trattasse di un rimbalzo della curva, con la conferma giunta dagli ultimi numeri. Insomma, la situazione, anche dinnanzi alla prima settimana della Lombardia in zona gialla, è sotto controllo. L’unico dato negativo sta nella diminuzione dei comuni a contagio zero, che nell’ultima settimana sono stati 7, rispetto ai 10 della settimana precedente. Ma i rialzi contenuti anche dei comuni più grandi (Viadana ha avuto 31 nuovi casi, Casalmaggiore appena 11) e il fatto che la doppia cifra di incremento sia stata raggiunta solo a Motta Baluffi e Torricella del Pizzo fa ben sperare.

IL CONFRONTO SETTIMANALE COVID NELL’OGLIO PO

GLI INCREMENTI SETTIMANALI NEI COMUNI CASALASCHI

GLI INCREMENTI SETTIMANALI NEI COMUNI OGLIO PO MANTOVANI

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti