Eventi
Commenta

Laudato Si, 'Voglia di Primavera': tre proposte per la custodia del Creato

Ci guideranno nella riflessione quattro relatori di grande spessore che si sono distinti per la loro concreta ed articolata attività a favore della conversione ecologica sia del pensiero che dell’impegno quotidiano

Da sinistra Giorgio Vacchiano, Daniela Padoan, Giorgio Molinari e Paola Fiore

VIADANA / MARCARIA – Con l’arrivo della primavera non passa inosservato il tripudio della Natura che si risveglia, di cui le meravigliose e vivaci fioriture sono soltanto un indizio dei numerosi e laboriosi processi vitali che coinvolgono tutti i viventi, esseri umani compresi e suscitano quindi un sentimento di ammirazione e gratitudine per la gratuità con cui ci vengono donate la bellezza, l’armonia e la fecondità.

Ecco perché la Comunità Laudato Si di Viadana e Marcaria intende proporre un percorso articolato di riflessione e confronto sul tema della Transizione Ecologica, oggi di estrema attualità, essendo evidente lo stridente contrasto tra le tendenze distruttive dell’attuale atteggiamento predatorio nei confronti del Creato e la necessità sempre più impellente di ripristinare l’equilibrio della Casa Comune, affinché tutti “abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza” (Gv 1,10).

Lo stile che dovrà ispirare il cambiamento di rotta, la “transizione” dalla frenesia estrattivista alla gestione oculata, rispettosa e sostenibile del Creato è sintetizzato nel titolo della rassegna “Vivere in questo mondo con sobrietà, con giustizia e con pietà”.

“Ci guideranno nella riflessione quattro relatori di grande spessore che si sono distinti per la loro concreta ed articolata attività a favore della conversione ecologica sia del pensiero che dell’impegno quotidiano”.

Martedi 23 marzo alle ore 18 il ricercatore ed esperto in Scienze Forestali dott. Giorgio Vacchiano (autore del libro “La resilienza del bosco”) ci aiuterà a comprendere l’importanza degli alberi e delle foreste nella mitigazione dei cambiamenti climatici.

Giorgio Vacchiano, ricercatore e docente in Gestione e pianificazione forestale presso l’Università Statale di Milano, studia la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico e ai disturbi naturali nelle foreste temperate europee. Ha all’attivo numerose pubblicazioni scientifiche; è membro della Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale (SISEF) e dell’Ecological Society of America (ESA), e consigliere dell’Associazione Pro Silva Italia. Si occupa anche di comunicazione e divulgazione scientifica e nel 2018 è stato nominato dalla rivista «Nature» tra gli 11 migliori scienziati emergenti nel mondo che «stanno lasciando il segno nella scienza». E’ autore del libro “LA RESILIENZA DEL BOSCO”.

Venerdi 9 aprile alle ore 20.30 interverranno due dei fondatori dell’Associazione Laudato Si di Milano: la scrittrice e saggista Daniela Padoan, Presidente dell’Associazione ed Emilio Molinari (parlamentare europeo e promotore del Comitato italiano per l’Acqua Pubblica) che attraverso un lavoro di confronto tra associazioni ed attivisti della società civile, credenti e non credenti, hanno elaborato un documento che provasse a dare una concreta attuazione ai principi dell’ecologia integrale, il tutto sfociato nel libro dal titolo “Niente di questo mondo ci risulta indifferente” che sarà presentato durante la serata a loro dedicata.

Emilio Molinari è parlamentare Ue (ex senatore e attivista sul no alla privatizzazione del servizio idrico, nonché Presidente del Comitato Italiano per un Contratto Mondiale sull’Acqua come Bene Comune)- Tra i membri fondatori dell’Associazione “Laudato Si – Un’alleanza per il clima, la Terra e la giustizia sociale” di Milano e co-firmatario della lettera sulla riconversione ecologica al presidente Mario Draghi, pubblicata da AVVENIRE il 19 febbraio.

Daniela Padoan è una scrittrice e saggista italiana. Oltre ai numerosi testi narrativi e di saggistica e ricerca storica, ha collaborato con la Rai per trasmissioni culturali ed educative ed è Presidente dell’ Associazione “Laudato Si – Un’alleanza per il clima, la Terra e la giustizia sociale” di Milano. Nel 2020 ha curato il volume Niente di questo mondo ci risulta indifferente, (Interno4 Edizioni), esito di un percorso promosso dall’associazione Laudato si’ che ha coinvolto più di duecento studiosi, attivisti e associazioni in un confronto sull’enciclica Laudato si’ di papa Francesco, allo scopo di promuovere un’alleanza per il clima, la Terra e la giustizia sociale.

Martedi 20 aprile alle ore 20.30 la dottoressa Paola Fiore, giornalista ed esperta in comunicazione nonché fondatrice di Eticambiente e coordinatrice italiana del The Climate Reality Project Europe (Movimento ecologista fondato da Al Gore nel 2006) illustrerà la sua attività di consulente alle aziende che vogliono applicare nella loro attività quotidiana i principi della transizione ecologica e della sostenibilità.

Paola Fiore è giornalista professionista e fotografa documentarista, esperta di cambiamenti climatici e difesa dell’ambiente, formatrice internazionale su questi temi e specialista in comunicazione e gestione della sostenibilità: è la fondatrice di ETICAMBIENTE, società di consulenza per aziende orientate alla sostenibilità e Coordinatrice Nazionale per l’Italia del movimento ecologico fondato da Al Gore nel 2006 “The Climate Reality Project Europe”

Tutti gli incontri si svolgeranno sulla piattaforma Zoom, le cui coordinate si troveranno pubblicate nella pagina FB della Comunità Laudato Si di Viadana, come pure maggiori dettagli sui relatori e sulle loro attività. Ricordiamo che è tuttora possibile sostenere il progetto di aiuti umanitari ai migranti profughi della rotta balcanica “Associazione Linea d’Ombra Odv”, le cui coordinate si trovano sempre sulla pagina FB della Comunità.

“Confidiamo in una numerosa partecipazione a questi incontri che, tramite la modalità in remoto, consentono ad un maggior numero di persone di cogliere queste preziose opportunità di conoscenza, di approfondimento e di arricchimento personale”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti