Cronaca
Commenta

Rotonda Diotti, altri avvallamenti
L'ultimo intervento sei mesi fa

Oggi la situazione è leggermente migliorata, il che non vuol dire nulla se poi, accanto ad un bel quadrato di asfalto, le rotture e gli avvallamenti vanno riformandosi lo stesso

CASALMAGGIORE – Non sono passati neppure sei mesi da quando la provincia decise di mettere una pezza ad una situazione incresciosa, quella della Rotonda Diotti. Qualcuno – allora – aveva indicato che avrebbe dovuto essere fatto un lavoro importante, non il solito ‘tappabuchi’. Non fu naturalmente ascoltato.

Oggi, a sei mesi di distanza, le buche si stanno riformando proprio al limite di quella pezza sistemata allora. E la situazione, con l’arrivo della stagione e l’aumento del passaggio dei mezzi pesanti andrà peggiorando. Siamo ancora lontani dall’indecenza di altri punti della provinciale asolana, rotonda ex Sereni su tutte, ma la situazione si deteriorerà col tempo anche qui.

La segnalazione ci è giunta nei giorni scorsi, e siamo andati a verificare: effettivamente il manto stradale si sta deteriorando proprio ai margini della pezza che era stata messa. Nell’agosto dell’anno scorso, un tronco grosso tronco caduto ad un mezzo pesante in transito solo per fortuna non causò un disastro, fermandosi accanto all’auto di una donna che stava procedendo poco dietro. La rotatoria presa senza accorgimenti ed i sobbalzi lo avevano fatto cadere dal carico.

Oggi la situazione è leggermente migliorata, il che non vuol dire nulla se poi, accanto ad un bel quadrato di asfalto, le rotture e gli avvallamenti vanno riformandosi lo stesso. Risegnaliamo a chi di dovere, nella speranza che questa volta si possa pensare ad un intervento serio non solo in quel punto, ma su tutto il tratto dell’asolana dalla rotonda Sereni sino a rotonda Po.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti