Politica
Commenta

Viadana, bilancio, Saccani (PD):
"Sindaco, le sue sono solo parole"

"Caro Sindaco non è un problema di Coperture che si trovano se c’è la volontà di aiutare concretamente la nostra cittadinanza ma purtroppo per lei e la sua Giunta agli atti e all’opinione pubblica rimarrà la volontà che avete espresso con l’approvazione di un bilancio previsionale senza reali sussidi che in piena crisi Covid ha incrementato le tasse alle attività produttive Viadanesi"

VIADANA – Sul bilancio previsionale e sulla relazione dell’Amministrazione interviene il consigliere PD Adriano Saccani. Anche il suo (che fa seguito all’intervento di Silvio Perteghella) è una risposta dura. Tutto (o quasi) fumo negli occhi da parte dell’Amministrazione Viadanese.

Come Consigliere di opposizione per la lista Uniti per Viadana – spiega Adriano Saccani – vorrei rivolgermi ai nostri concittadini Viadanesi per informarli che gli slogan comparsi sulla stampa locale da parte dell’attuale Amministrazione Comunale (Viadana intelligente, sviluppo sostenibile, ecc. ecc.) che sembrerebbero preludere ad uno sviluppo improntato sull’Ecologia ed il Verde, invece trovano riscontro totalmente nullo nei numeri (e questi non sono opinabili) del bilancio di previsione 2021 approvato in Consiglio Comunale lo scorso venerdì.

Oltre a belle parole null’altro rimane! Come è possibile una città che ambisce ad avere un ruolo di primo piano nel territorio, presenti nel proprio bilancio previsionale una spesa totale di sole 5.000 euro per l’ambiente? Evidenziando anche riduzioni di spesa tra il 2020 e il 2021 per gli sfalci e le potature anche ad esempio nei nostri Cimiteri.

Tutto ciò è, a dir poco, vergognoso e mortificante. Sul piano degli investimenti green Viadana ha la fortuna di avere una golena lunga diversi km. Ben posizionata tra i due fiumi più importanti d’Italia, non sarebbe forse il caso che la Giunta presentasse reali progetti (non solo parole) con relativi investimenti?

Se vogliono un suggerimento i nostri progetti di ciclabili ed altre opere sono tutti presenti agli atti in comune e sono pienamente attuabili. Sempre sul bilancio ed in particolare nella parte del Sociale è stata alquanto deludente nonostante le belle parole e le intenzioni illustrate dall’Assessore ai Servizi Sociali venerdì scorso che purtroppo non trovano riscontro nella realtà dei dati approvati. In questo settore servirebbe maggiore pragmatismo in questo delicatissimo momento di profonda crisi economica che morde tutta la nazione. A Viadana necessitiamo di una stabile e numericamente adeguata equipe di assistenti sociali (visto anche che ne viene trasferita una sull’attuale organico di due unità), servono investimenti nelle borse lavoro (stanziare 3.000 euro sono una miseria e non possono dare nessun ristoro a quelle famiglie che hanno perso il lavoro), servirebbe una vera politica di rete con gli altri 10 comuni del territorio i quali vanno a formare il consorzio servizi alla persona.

Un vero bilancio improntato sul welfare poi non avrebbe previsto l’incremento delle aliquote IMU alle aziende e avrebbe rivisto al ribasso anche le addizionali IRPEF a carico dei lavoratori dipendenti per dare il segnale concreto che la Giunta Cavatorta è vicina ai viadanesi.

Caro Sindaco non è un problema di Coperture che si trovano se c’è la volontà di aiutare concretamente la nostra cittadinanza ma purtroppo per lei e la sua Giunta agli atti e all’opinione pubblica rimarrà la volontà che avete espresso con l’approvazione di un bilancio previsionale senza reali sussidi che in piena crisi Covid ha incrementato le tasse alle attività produttive Viadanesi“.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti