Salute
Commenta

Bozzolo, ora si muovono i medici:
in 20 chiedono l'Hub vaccinale

Come a dire che la buona volontà non manca, così come non mancano strutture e personale. Manca solo la cosa più importante, la firma di Ats Valpadana. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Il comprensorio continua a lottare e a rimanere mobilitato: chiede un nuovo Hub vaccinale, da affiancare a quello di Casalmaggiore presso l’Avis, che da solo non può fare miracoli. E a Bozzolo, dopo la politica, si muovono ora anche i medici, che sono poi tra i primi attori di questa campagna vaccinale senza precedenti.

I Medici di Base in servizio ed in quiescenza, vaccinati, aderenti ai due sindacati medici di settore, in totale una ventina di professionisti afferenti all’ospedale don Primo Mazzolari di Bozzolo, proprio mercoledì infatti hanno presentato attraverso la cooperativa Iniziativa Medica Lombarda, alla quale aderiscono, la domanda per attivare l’hub vaccinale di Bozzolo.

Un documento che mette in campo e specifica un progetto addirittura, per così dire, prudente, in cui si parla di 300 vaccinazioni al giorno garantite, 1800 la settimana, tenendo conto anche di un giorno di chiusura e 7500 al mese. La sede indicata è quella del palasport, che il comune ha già messo a disposizione assieme all’ospedale. Si parla di due linee attivabili: il sindaco Giuseppe Torchio aveva parlato di 7-8 linee pronte all’uso, per così dire, ma anche due sarebbe meglio di nulla.

Nel frattempo a Bozzolo parte il servizio del trasporto con ambulanza deciso da Areu con i mezzi in convenzione con Porto Mantovano e la Protezione Civile di Torre d’Oglio è pronta, con i suoi volontari, a dare manforte nell’assistenza ai vaccinandi in particolare più anziani.

E intanto il sindaco di Viadana Nicola Cavatorta ha comunicato di avere candidato, come papabili Hub vaccinali, anche le palestre del proprio comune nella mattina di lunedì: una sorta di piano B. Come a dire che la buona volontà non manca, così come non mancano strutture e personale. Manca solo la cosa più importante, la firma di Ats Valpadana.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti