Politica
Commenta

Rendiconto Provincia di
Mantova, c'è pure Torre d'Oglio

Il bilancio si chiude in equilibrio con un risultato di amministrazione positivo di 28.981.779 euro, un fondo di cassa di 51.730,169 euro. Il conto economico evidenzia un risultato positivo pari a 8.440.651 euro e un conto patrimoniale che evidenzia un patrimonio netto al 31 dicembre dello scorso anno di 90.189.301 euro.

Via libera all’unanimità dal Consiglio Provinciale al rendiconto per l’esercizio 2020. La gestione si chiude per la Provincia di Mantova nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica. L’ente presenta infatti una situazione di pareggio di bilancio e un risultato positivo di amministrazione. Inoltre l’ente non è strutturalmente deficitario, rispetta i limiti relativi alla spesa del personale e il parametro dei tempi di pagamento. La Provincia ha inoltre azzerato i costi relativi alle spese di rappresentanza.

Il bilancio si chiude in equilibrio con un risultato di amministrazione positivo di 28.981.779 euro, un fondo di cassa di 51.730,169 euro. Il conto economico evidenzia un risultato positivo pari a 8.440.651 euro e un conto patrimoniale che evidenzia un patrimonio netto al 31 dicembre dello scorso anno di 90.189.301 euro. Si riduce lo stock del debito che alla fine del 2020 era di 34.262.774 euro.

Il Consiglio nella seduta di oggi pomeriggio ha anche approvato la seconda variazione dal Documento Unico di Programmazione 2021 -2023. Ecco i principali cambiamenti per quanto riguarda il triennale delle opere pubbliche:

eliminato l’intervento di risanamento conservativo del tratto di ponte sul fiume Po in area golenale a San Benedetto per variazioni sostanziali del progetto che cambia in ristrutturazione antisismica per un costo complessivo di 12.838.069 euro finanziato con 900 mila euro da Regione Lombardia e per 2.687.069 euro dalla Provincia con risorse proprie. Altri 5.251.000 euro arriveranno dalla struttura commissariale per il terremoto e 4 milione con la stipula di un mutuo da parte dell’ente di Palazzo di Bagno.

Nel triennale entrano anche i lavori di manutenzione straordinaria all’armamento del binario base del raccordo ferroviario di Frassine – Porto di Valdaro del costo complessivo di 230 mila euro finanziati dalla Provincia con risorse proprie.

Aumentano poi gli stanziamenti per la ristrutturazione delle strutture portanti del cavalcaferrovia di Motteggiana che da 294.504 euro passano a 349.504 per modifiche al quadro economico dell’opera. A finanziare l’intervento saranno 294.504 euro provenienti dal fondo Patto per la Lombardia e altri 55 mila messi dall’ente.

Più risorse anche per la manutenzione straordinaria delle strade provinciali nel 2021 che da mezzo milione di euro passano a 769.028 (finanziati con introiti delle sanzioni da autovelox 2020 dei Comuni).

Più risorse anche per l’adeguamento sismico del lotto B secondo stralcio (corpo di fabbrica) del liceo Gonzaga di Castiglione delle Stiviere: da 874.995 euro si passa a 1.200.000 euro (allo stanziamento iniziale del ministero si aggiungono 325 mila euro provenienti dalle casse della Provincia.

Nel programma dei lavori pubblici del 2022 entra l’ampliamento degli sportelli front office al piano rialzato del CPI di Mantova (costo 650 mila euro coperto da contributo regionale).

Più fondi anche per il secondo stralcio del secondo lotto della Gronda nord: per il collegamento tra località Fenilrosso e la sp,51 Viadanese si passa da 7.100.000 euro a 7.280.000 così ripartiti: 7.100.000 dalla Regione, 172.000 euro dal ministero dell’interno e 8 mila dalla Provincia.

Nel 2023 le risorse per la manutenzione straordinaria al ponte sul canale Navarolo scendono a 900 mila euro dal 1.150.000 iniziale mentre per analogo intervento al ponte sul canale Sabbioncello a Sabbioneta si scende a 850.000 euro dagli iniziali 1.050.000.

Cambiano le fonti di finanziamento per la ristrutturazione con adeguamento sismico e riqualificazione energetica del liceo Belfiore di Mantova del costo di 6.711.700 euro (Ministero dell’Istruzione e risorse delle Provincia).

Nel programma biennale 2021 – 2022 di acquisti di servizi e forniture entrano la concessione del servizio di ripristino delle condizioni di sicurezza stradale e reintegrazione delle matrici ambientali compromesse da incidenti stradali mediante bonifica ed eventuale manutenzione della piattaforma stradale e delle sue pertinenze (costo 337 mila euro finanziato dalle compagnie assicurative dei privati che arrecano i danni sulle strade) e il servizio di vigilanza e custodia del ponte di barche di Torre d’Oglio (257 mila euro coperti con stanziamento proprio della Provincia).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti