Politica
Commenta

Palafarina, Perteghella preannuncia
il ricorso alla Corte dei Conti

Si allarga a macchia d'olio, sul tavolo della politica viadanese, la questione legata al palazzetto dello sport;così il consigliere Silvio Perteghella: "Annullate le penali? Contraddizioni che fanno ridere e piangere!"

VIADANA – Non si placa la polemica relativa ai ritardi reiterati della consegna dei lavori del palaFarina e alla debolezza dell’amministrazione incapace di far rispettare i tempi e di applicare le penali previste. A parlare è Silvio Perteghella.

Mi permetto di intervenire nel dibattito avviato sull’ultima proroga con contestuale aumento dei costi, ulteriori 50.000 Euro, e annullamento delle penali che il Comune di Viadana ha concesso alle aziende che stanno realizzando la ristrutturazione del Palafarina. L’impressione che si ha nel leggere le motivazioni che porterebbero a questo ulteriore aumento, fanno sorridere e piangere.

Sorridere perché giustificare un ulteriore aumento con maggiori fondazioni per pavimenti, parapetti e ringhiere, scale esterne ecc… suscita ilarità, sono tutti interventi che avrebbero già dovuto essere contemplati nelle progettazioni e computi metrici precedenti. Piangere perché in Consiglio Comunale era stato garantito l’avvio delle penali per i ritardi maturati. Ormai dopo 4 anni non si contano più le contraddittorie versioni  rilasciate nelle sedi istituzionali sull’argomento.

A questi maggiori costi inoltre vanno sommate le minori opere che verranno realizzate. Il parcheggio esterno sembrerebbe stralciato, eppure era parte dell’appalto e un opera certamente non secondaria. Sulla vicenda credo che le minoranze sino ad oggi siano state ampiamente responsabili.

Va ricordato al primo cittadino che nel caso in cui, entro la fine dell’anno il Palafarina non fosse pienamente a disposizione, con tutte le certificazioni, collaudi e agibilità del caso; il Comune di Viadana si vedrebbe costretto a restituire il contributo regionale ricevuto. La vicenda sta diventando molto preoccupante, si ha l’impressione che questo non sarà l’ultimo aumento.

Io credo che le minoranze non abbiano nessun interesse nel creare intoppi sulla tabelle di marcia che porta  alla fine lavori, ma un ragionamento sui danni economici subiti, per i continui ritardi e aumenti vada fatto. Un esposto alla Corte dei Conti credo rappresenti il miglior modo per le minoranze di garantire gli interessi della collettività e fare emergere eventuali responsabilità di questa infinita telenovela.

Il Sindaco se è irritato ed individua responsabilità nel suo staff (politico o amministrativo) prenda i dovuti provvedimenti, ha il potere per farlo. Le deleghe amministrative e politiche le dà lui. Dubito avrà il coraggio di assumersi questo onere, sarei assolutamente contento di potermi ricredere“.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti