scuola
Commenta

Gli studenti di Dedalo 2000
apprendono dalla Protezione Civile

Alla fine dell’incontro i ragazzi hanno avuto modo di accostarsi al pickup e al pulmino, i mezzi attrezzati con cui i volontari erano giunti a scuola, di cui è stato spiegato l’utilizzo. Gli alunni di entrambe le terze hanno molto apprezzato l’esperienza e hanno ritenuto l’attività interessante ed educativa.

L’Istituto “Dedalo 2000” anche durante questo anno scolastico ha dato ampio spazio ai progetti di Educazione Civica con lo scopo di sensibilizzare i ragazzi affinché diventino in maniera sempre più consapevole dei cittadini responsabili e attivi nella nostra società.

Tra le proposte nell’ambito del Progetto Incontri Scuola e Volontariato, “Conoscere la Protezione Civile” è stata l’iniziativa che ha coinvolto le classi 3A e 3B, nell’intento di avvicinare gli studenti al significato di “volontariato” e per avviare una proficua collaborazione con le realtà associative della nostra zona.

Mercoledì 12 maggio, all’esterno della Scuola Secondaria di San Giovanni in Croce, nel campetto da calcio della Società Sportiva il cui uso è stato gentilmente concesso dal Comune, si è tenuto un incontro con i volontari Stradiotti Maurizio, Feroldi Romano e Ruggeri Dario dell’Associazione “Le Aquile” ODV, sede di San Giovanni in Croce.

Nei giorni precedenti, durante le attività in aula, agli alunni erano stati mostrati dei video, proposti dal signor Stradiotti, e la visione di questo materiale aveva mosso l’interesse e la curiosità dei ragazzi.

All’inizio dell’incontro, Stradiotti ha fatto una introduzione informativa riguardante il volontariato e la Protezione Civile e ne ha precisato l’impegno nei quattro ambiti di previsione, prevenzione, soccorso e superamento dell’emergenza; poi gli alunni sono stati sollecitati a porre domande ed essi, con richieste pertinenti, hanno interagito con i tre volontari che hanno risposto ampiamente e hanno raccontato vicende vissute in prima persona, evidenziando gli aspetti morali di questo impegno e soprattutto il risvolto formativo personale derivante dalle azioni a beneficio del prossimo.

Alla fine dell’incontro i ragazzi hanno avuto modo di accostarsi al pickup e al pulmino, i mezzi attrezzati con cui i volontari erano giunti a scuola, di cui è stato spiegato l’utilizzo. Gli alunni di entrambe le terze hanno molto apprezzato l’esperienza e hanno ritenuto l’attività interessante ed educativa.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti