Cronaca
Commenta

Il castello non è in vendita,
ma le fake news sono altre...

Quella che si profila è una situazione più assimilabile alla truffa che non a una banale fake news, dato che - come abbiamo scritto - l’annuncio è regolarmente stato pubblicato ma evidentemente senza il consenso dei proprietari. Peraltro pare non sia la prima volta che una situazione del genere accade…

Il castello di San Lorenzo Picenardi non è più in vendita. O meglio non lo è mai stato. Ma un occhio di riguardo per la terminologia non sarebbe sbagliato. Chi ha infatti considerato la notizia facente parte della categoria delle fake news ha commesso un errore. Per un semplice motivo: l’inserzione sul sito di annunci immobiliari è regolarmente uscita ed è rimasta pubblica per diversi giorni, salvo poi essere rimossa.

Dunque nessuna notizia falsa, o bufala, dato che il castello è effettivamente rimasto in vendita – stando al sito immobiliare – alla cifra di 10 milioni di euro. Non solo: era presente anche la possibilità di fare un mutuo a 21mila euro al mese (una sorta di suggerimento per eventuali acquirenti), tanto era seria l’inserzione.

Quello che però è avvenuto è che il proprietario del castello, ossia le famiglie Nicoli e Lorenzoni, una volta accortesi dell’inserzione, hanno spiegato di non avere alcuna intenzione di vendere l’immobile, dicendosi anzi danneggiati da questa notizia (le due famiglie organizzano infatti eventi, ricevimenti e matrimoni e intendono riprendere la tradizione ora che le regole anti Covid lo permettono nuovamente).

Quella che si profila è dunque una situazione più assimilabile alla truffa che non a una banale fake news, dato che – come abbiamo scritto – l’annuncio è regolarmente stato pubblicato ma evidentemente senza il consenso nè la richiesta dei legittimi proprietari. Peraltro pare non sia la prima volta che una situazione del genere accade per il castello di San Lorenzo…

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti