Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Idrometro storico, stavolta
l'intervento è (finalmente) di Aipo

Là dove inizia la scalinata un’altra indicazione, come se l’idrometro avesse un vero e proprio libretto d’istruzioni: lo zero è a metri 23.49 sul livello del mare. Una pagina di storia ritrovata con un intervento che, prima frutto del volontariato, è finalmente stato istituzionale. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Questa volta a portare avanti i lavori è stata l’Aipo. E così l’idrometro storico di Casalmaggiore, lungo l’argine maestro, è tornato davvero al suo antico splendore. Il lavoro dei giovani del Listone tre anni fa si era basato su volontariato e olio di gomito e aveva se non altro dato un segnale: Casalmaggiore teneva a quel manufatto e lo ha dimostrato.

Ora anche Aipo l’ha capito, mettendo in cantiere e realizzando una pulizia profonda di quello che possiamo considerare una sorta di monumento e di libro di storia della città, almeno se ragioniamo del rapporto di Casalmaggiore col fiume Po.

L’idrometro ha restituito alcune scritte che già i giovani del Listone avevano portato a galla tre anni fa, in particolare quelle legate alle piene storiche, con indicazione della data e del livello idrometrico, ma ha anche portato a scoprire ulteriori dettagli sin qui rimasti sconosciuti o comunque nascosti e perduti nella notte dei tempi.

Si ricorda ad esempio che l’idrometro è stato rialzato e restaurato nel 1954 a seguito della grande alluvione del 13 novembre 1951, 7.61 metri, che convinse tutti a rialzare l’argine. Il primo idrometro risale però al 1773, distrutto poi nel dicembre 1878.

Non fu comunque quella del 1951 la piena massima e storica, perché il 19 ottobre 2000 a Casalmaggiore si raggiunsero gli 8.14 metri ma quella piena viene da tutti ricordata perché all’epoca, appunto, l’argine maestro non era ancora una barriera alta così come l’attuale.

Là dove inizia la scalinata un’altra indicazione, come se l’idrometro avesse un vero e proprio libretto d’istruzioni: lo zero è a metri 23.49 sul livello del mare. Una pagina di storia ritrovata con un intervento che, prima frutto del volontariato, è finalmente stato istituzionale.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.