Politica
I commenti sono chiusiCommenta

Covid, Forattini: "Regione non ha
ancora pensato a un piano scuola"

“Il paradosso è che, anche sul territorio mantovano, assistiamo a una riduzione delle classi e addirittura classi prime che non vengono fatte partire in diversi istituti, con conseguente accorpamento degli studenti"

“Regione Lombardia non ha ancora sviluppato un piano per il rientro a scuola in sicurezza e questo ci preoccupa”. Ad affermarlo è Antonella Forattini, consigliera regionale del PD e firmataria di un’interrogazione sull’argomento discussa oggi in consiglio regionale.

“Le risposte dell’assessore Moratti sono state deludenti. – aggiunge Forattini – Sul potenziamento del trasporto pubblico locale, tempi e modi dei test salivari agli studenti, dispositivi di aerazione in classe e altre misure per consentire un ritorno a scuola in sicurezza lasciandoci alle spalle l’esperienza della Dad, non ci sono piani e le idee appaiono confuse”.

“Il paradosso è che, anche sul territorio mantovano, assistiamo a una riduzione delle classi e addirittura classi prime che non vengono fatte partire in diversi istituti, con conseguente accorpamento degli studenti. In questo modo e in assenza di un piano regionale strutturato rischiamo di trovarci, ancora una volta, nel caos e di non poter garantire il corretto distanziamento tra gli studenti”.

“Inoltre, sappiamo che la scelta di Regione Lombardia di procedere con la seconda dose entro 42 giorni anziché 21 sta disincentivando molti ragazzi in partenza per le vacanze. Moratti ha parlato di ipotesi allo studio, nessun fatto concreto né programmi definiti. A inizio luglio siamo ancora troppo indietro. Noi del Gruppo PD abbiamo esposto quelle che sono, per noi, le priorità e presenteremo le proposte in una mozione. Ci auguriamo che saranno prese in seria considerazione dalla Giunta: non possiamo farci trovare, ancora una volta, impreparati”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.