Cronaca
Commenta

Blimp, il dirigibile per le riprese
aeree tra cremonese e mantovano

Il primo prototipo del Blimp, il B1 si affacciò nei cieli di Chicago nel lontano 1917 ma fu nel dopoguerra, a partire dalla metà degli anni 50 che quel particolare tipo di dirigibile cominciò ad essere usato per le grandi manifestazioni sportive

Qualcuno particolarmente suscettibile e impressionabile avrà subito pensato ad un oggetto non identificato. Altri pensando al lancio odierno dello New Sheppard di Jeff Bezos crederà ad una specie di celebrazione locale per l’evento spaziale americano. Era un normale dirigibile con una grande scritta pubblicitaria sulle fiancate, passato sui cieli dei comuni del cremonese e del mantovano, nell’area tra PiadenaDrizzona, Spineda e Bozzolo. Si tratta del Blimp, il dirigibile della Goodyear utilizzato in genere per le riprese di grandi eventi sportivi. Un dirigibile che ha una storia di oltre un secolo. Il primo prototipo del Blimp, il B1 si affacciò nei cieli di Chicago nel lontano 1917 ma fu nel dopoguerra, a partire dalla metà degli anni 50 che quel particolare tipo di dirigibile cominciò ad essere usato per le grandi manifestazioni sportive: super bowl e 24 ore di Le Mans su tutte. Dopo alterne vicissitudini, nel 2020 il Blimp è tornato a solcare i cieli d’Europa. Resta il mistero comunque di come mai fosse sui cieli a cavallo tra mantovano e cremonese proprio ieri.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti