Politica
Commenta

Nuovo supermarket, Piccinelli:
"Ecco perché è tutto sbagliato"

Il consigliere di minoranza di Vivace e Sostenibile Annamaria Piccinelli, che parla della nuova attività - partendo dalle decisioni della maggioranza e tenendo conto anche delle opere compensative che la ditta dovrà sostenere a Casalmaggiore - come di una punta di un iceberg di errori. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Il mistero, per la verità sin qui abbastanza malcelato, è stato del tutto svelato: nella zona PIP Crocette di Casalmaggiore, vicino alla zona industriale di Casalmaggiore, il rilancio passa dall’arrivo di un supermercato. Come era stato ventilato in consiglio comunale e come in effetti dimostra il materiale “parcheggiato” nel grande spiazzo oggetto di lavori ormai da inizio 2021.

Quel materiale, infatti, reca una intestazione difficile da confondere: Aldi. Il riferimento è alla catena tedesca di supermercati che si sta piano piano espandendo in tutta Europa. La superficie è di 6.500 metri quadrati e da subito si era pensato a una grande costruzione, anche perché i primi cartelli lavori recavano la scritta chiara “Retail park”, qualcosa di simile a un centro commerciale, insomma.

Tra le prime a ipotizzare l’arrivo, già a novembre, del supermercato, il consigliere di minoranza di Vivace e Sostenibile Annamaria Piccinelli, che parla della nuova attività – partendo dalle decisioni della maggioranza e tenendo conto anche delle opere compensative che la ditta dovrà sostenere a Casalmaggiore – come di una punta di un iceberg di errori.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti