scuola
Commenta

Viadana, cucine scolastiche,
conclusi i lavori di riqualificazione

“Adesso – commenta l’assessore all’Istruzione Rossella Bacchi – restano da completare le opere di pulizia degli spazi e di arredamento dei medesimi per renderli del tutto efficienti. Le cucine scolastiche entreranno in funzione gradualmente". GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Due immagini degli spazi cucina della Bedoli

Sono terminati i lavori di riqualificazione e adeguamento delle mense scolastiche nei tre plessi interessati dall’intervento, ovvero nelle scuole Bedoli (infanzia), di Cicognara-Cogozzo (infanzia) e di San Matteo delle Chiaviche (infanzia, primaria, secondaria di primo grado).

Il Comune di Viadana nei mesi scorsi aveva deciso di aumentare la qualità e il numero dei servizi delle mense scolastiche per rispondere alle nuove esigenze derivanti anche dall’emergenza pandemica, facendo avvertire sempre più la propria vicinanza agli studenti e alle loro famiglie attraverso un insieme sistematico di interventi volti a potenziare il servizio di refezione presso le proprie sedi scolastiche. Per attuare un potenziamento ottimale del servizio – appaltato alla Cir – si è reso necessario procedere alla realizzazione di una serie di interventi di adeguamento edilizio e impiantistico delle cucine e di dotazione di beni e attrezzature che riguardano gli impianti tecnologici (elettrico e idrotermosanitario) e l’organizzazione e distribuzione degli spazi interni e dei percorsi.

I lavori sono stati consegnati alle ditte incaricate dei lavori il 26 luglio e si sono conclusi – per quel che riguarda le parti edilizie – lo scorso 9 settembre. L’installazione delle attrezzature si è infine completata il 24 settembre.

Presso la Bedoli di Viadana, che serve anche i pasti della scuola del Carrobbio, sono stati effettuati lavori di adeguamento impiantistico e strutturale che hanno permesso anche l’ampliamento degli spazi a disposizione. Sono state acquistate attrezzature innovative di tipo industriale per quel che riguarda la cottura dei cibi e la loro corretta conservazione. Sarà così possibile produrre più pasti e di migliore qualità.

Presso la scuola di Cicognara-Cogozzo sono stati predisposti gli spazi – sia dal punto di vista strutturale che impiantistico – per la costruzione di una terza cucina che sarà utilizzata esclusivamente per i pranzi da asporto (ovvero per servire altri plessi del territorio). Le altre due cucine vengono utilizzate per il medesimo plesso e per cucinare i cibi speciali anche degli altri plessi. Inoltre sono stati ampliati gli spazi con l’introduzione di una doppia dispensa e l’adeguamento dei servizi igienici a disposizione del personale di servizio.

Presso le scuole di San Matteo delle Chiaviche è stata riqualificata l’ex cucina ormai non più in funzione da anni. I locali sono stati adeguati dal punto di vista impiantistico e con l’installazione delle attrezzature necessarie per riattivare la produzione dei pasti. La cucina servirà il plesso di San Matteo e quelli delle altre frazioni nord.

“Adesso – commenta l’assessore all’Istruzione Rossella Bacchi – restano da completare le opere di pulizia degli spazi e di arredamento dei medesimi per renderli del tutto efficienti. Le cucine scolastiche entreranno in funzione gradualmente, a step successivi che inizieranno nelle prossime settimane fino a raggiungere l’obiettivo della completa produzione interna dei pasti”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti