Cronaca
Commenta

Viadana, palazzina in via Manfrassina
inagibile, si cerca ancora aiuto

Sono davvero tanti i viadanesi che si sono attivati per dar man forte alla raccolta fondi. Tante piccole offerte (con un paio di eccezioni) a seconda della disponibilità di ognuno. Pochi per ricominciare a vivere, ma è quantomeno un piccolo segno di speranza. Tra le associazioni viadanesi più attive c'è sicuramente ARCES

Palazzina inagibile, divieto assoluto di accesso neppure per prendere i propri effetti personali se non accompagnati dai vigili del fuoco e previa richiesta. Le abitazioni di via Manfrassina interessate all’incendio che ne ha compromesso l’agibilità restano interdette. Il comune non può provvedere alle famiglie, ma si fa da intermediario con le agenzie immobiliari. Perché un tetto dove vivere dovrà essere garantito a tutti. C’è chi ha trovato accoglienza temporanea presso parenti, che si è sistemato in maniera momentanea e chi è in attesa di capire quale sarà il domani.

IL COMUNICATO DEL COMUNE DI VIADANA – “Nella giornata di martedì scorso l’ordinanza contenente la dichiarazione di inagibilità dell’edificio di via Manfrassina che il 13 gennaio ha subito un vasto incendio è stata notificata alle famiglie che risiedono nel palazzo. Sulla base del rapporto stilato dal Comando dei Vigili del Fuoco di Mantova, infatti, si evince che l’incendio ha coinvolto tutte le unità immobiliari costituenti l’edificio, e che tali unità immobiliari hanno subito danni tali da comprometterne l’agibilità. Di conseguenza, il sindaco ha firmato il provvedimento con il quale si ordina il divieto di accesso e utilizzo dell’edificio. Qualsiasi recupero di effetti personali presenti all’interno degli appartamenti – sette su otto quelli occupati da nuclei famigliari al momento del fatto – o sopralluogo con tecnici di fiducia dovrà essere effettuato solo ed esclusivamente previo formale assenso del Comando dei Vigili del Fuoco. Gli effetti dell’ordinanza cesseranno ad avvenuto inoltro al Settore Lavori Pubblici – Tecnico Manutentivo – Ambiente – SUE – Urbanistica comunale della documentazione comprovante il ripristino delle condizioni di sicurezza del luogo. Il Comune di Viadana si è attivato da subito per fornire il proprio supporto agli inquilini dell’edificio. Già il mattino dopo rispetto all’incendio i residenti sono stati convocati per cercare di capire se avessero o meno un’altra sistemazione presso la quale sistemarsi provvisoriamente. L’Ente locale non può garantire una collocazione diretta, né ha – allo stato attuale – alloggi di emergenza a disposizione. Ciononostante, sono stati da subito attivati i servizi sociali allo scopo di fungere da intermediari con le agenzie immobiliari per cercare di risolvere eventuali problematiche che dovessero sorgere nella collocazione degli inquilini“.

LA SOLIDARIETA’ – Sono davvero tanti i viadanesi che si sono attivati per dar man forte alla raccolta fondi. Tante piccole offerte (con un paio di eccezioni) a seconda della disponibilità di ognuno. Pochi per ricominciare a vivere, ma è quantomeno un piccolo segno di speranza. Tra le associazioni viadanesi più attive c’è sicuramente ARCES. Non si è voltata dall’altra parte e non si è tirato indietro il gruppo guidato da Giuseppe Guarino. Ha appoggiato gli appelli alle raccolte fondi (due quelli aperti su GoFundMe), ma ancor di più si ARCES si è spesa per recuperare vestiario, mobili ed ha lanciato anche un appello per dare una sistemazione alle famiglie viadanesi restate senza casa.

IL SECONDO APPELLO DI ARCES – Superata la fase emergenziale, bisognerà cercare di dare una certa stabilità alle famiglie, a partire dall’alloggio. “L’ARCES di Viadana-OdV nel ringraziare chi davvero con cuore generoso non solo di Viadana ma da tutto il Mantovano sta rispondendo con quello che può, per tutte le famiglie colpite e rimaste senza niente. Il Presidente Giuseppe Guarino lancia un secondo appello nel trovare al più presto alloggi, appartamenti, case che li possa ospitare dopo la prima emergenza. Non abbandoniamoli lasciandoli fuori queste, soprattutto in questo periodo particolare. Siamo sempre disponibili tramite il nostro sito”.

IL GRAZIE DI ALESSIA MINOTTI – Nessun grazie ufficiale per ARCES, ma non è una novità: se facessero volontariato per quello avrebbero già smesso da tempo. I motivi che li animano sono ben più radicati e profondi. A ringraziarli per il lavoro la Consigliera d’opposizione Alessia Minotti: “Ci tengo a ringraziare infinitamente l’Associazione Arces Di Viadana- ODV Cav. Giuseppe Guarino per l’impegno e per la celere azione volta a portare conforto e concreto aiuto ai nuclei famigliari residenti nella palazzina Manfrassina (Viadana) che la sera del 12 gennaio hanno perso la casa e tutto quello che vi era all’interno a causa di un incendio. Un evento che mi ha profondamente turbata, per un dramma che, almeno dal punto di vista umano, non ha generato perdite. Decine sono state le donazioni e le testimonianze di affetto già pervenute da Viadana e dai territori limitrofi. Gesti concreti che scaldano il cuore ed una volta ancora sottolineano la vera matrice della nostra Comunità. Per aiutare i nostri concittadini in difficoltà, sono ben accetti non solamente contributi in denaro, bensì anche capi d’ abbigliamento, biancheria di corredo e mobili. ARCES è disponibile attraverso il proprio sito www.arcesviadanaodv.it“.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti