Politica
Commenta

Frazioni nord, Cavallari: "Massimo
impegno da parte del Comune"

"Notiamo sinceramente con piacere - spiega Cavallari - che il PD locale torna ad interessarsi delle Frazioni Nord, peccato che purtroppo però in questa situazione lo faccia in maniera un pò superficiale e quantomeno imprecisa"

Risponde in maniera puntuale alle polemiche del PD di Viadana relative alle frazioni nord il vice sindaco Alessandro Cavallari. Una parte del territorio del comune per il quale si sta facendo molto in ottica di miglioramento. Non è una parte dimenticata, ma i lavori vanno fatti quando ci sono i fondi, e quando è possibile. Su Cizzolo, in maniera particolare, l’Amministrazione ha tutta l’intenzione di confrontarsi con i cittadini e sull’innalzamento dell’argine, pur non essendo una funzione spettante al comune, il comune stesso si sta facendo protagonista con gli enti preposti per una soluzione che metta in sicurezza i cittadini.

Notiamo sinceramente con piacere – spiega Cavallari – che il PD locale torna ad interessarsi delle Frazioni Nord, peccato che purtroppo però in questa situazione lo faccia in maniera un pò superficiale e quantomeno imprecisa. Il comune di Viadana, come tutti i Comuni  con una importante estensione territoriale, ha intenzione di partecipare al bando pubblicato dal Ministero della Transizione Ecologica (MITE) nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e resilienza (PNRR) avente come oggetto l’ammodernamento o realizzazione di nuove strutture per il riciclo dei rifiuti urbani correttamente differenziati. L’ obiettivo risponde alla necessità di migliorare la gestione di tali rifiuti e la loro tassazione attraverso la meccanizzazione ad impatto zero della raccolta differenziata per garantire a tutti i territori la possibilità di una maggiore tutela ambientale, l’azzeramento del deleterio fenomeno degli abbandoni ed un servizio fondamentale e fruibile a tutti. 

Premesso questo, oltre che ovvio è normativamente non consentito che nel caso di finanziamento i fondi in questione possano essere dirottati su altri interventi. Ciò non toglie la massima volontà dell’amministrazione di partecipare ad altri eventuali bandi PNRR, quando usciranno, che abbiano obbiettivi atti a soddisfare eventuali, diverse esigenze delle Frazioni Nord e del territorio tutto. 

Per quanto riguarda la collocazione indicata nello studio di fattibilità si ribadisce il concetto che tale individuazione non è vincolante e definitiva ma sarà oggetto di confronto con la cittadinanza sulla base delle esigenze dell’intera collettività e la raccolta delle osservazioni prevede, come già comunicato, ben tre canali di consegna che ognuno può scegliere: un nr whatapp dedicato a cui inviarle, la consegna agli sportelli Comunali oppure ad un Amministratore Pubblico del luogo qualora si volesse un approccio ancor più diretto per esprimere il proprio parere o non si riesca nelle altre maniere, non ci sembra che manchi la democraticità a differenza di scelte passate prima imposte e poi presentate. 

Quanto rilevato circa la necessità di un tavolo di lavoro pubblico al fine di utilizzare l’area individuata, ancora privata, come possibile soluzione ai problemi logistici delle aziende private che operano sul territorio, oltre il fatto che tale richiesta non risulta pertinente con il discorso oggetto di discussione, non sembra necessario nè opportuno in quanto la pressoché totalità delle aziende del territorio hanno già risolto nel tempo tale problematica giustamente in autonomia, rimane solo una importante, fondamentale realtà privata locale,con la quale siamo in costante contatto, che in maniera molto collaborativa dovrebbe risolvere a brevissimo. 

Per quanto riguarda l’innalzamento del tratto di argine in questione occorre ribadire ancora una volta che nonostante l’opera non sia di competenza Comunale, la risoluzione di questa problematica è una priorità per l’Amministrazione attuale. A testimonianza di ciò sottolineamo che abbiamo già imbastito un importante e positivo confronto con tutti gli enti sovrapposti interessati: Aipo, Provincia di Mantova e Regione Lombardia con i quali abbiamo già effettuato alcuni sopralluoghi e riunioni tantè che è già in corso l’analisi dei costi per le opere necessarie che confidiamo di considerare a brevissimo, sicuramente partecipando con la misura che ci competerà nell’interesse massimo del territorio“.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti