Commenta

Il teatro triplica
e si ricorda di donne,
danzatori e studenti

carena-romanetti_ev

Nella foto Pamela Carena e Giuseppe Romanetti

CASALMAGGIORE – Donne, giovani artisti e studenti: si rivolgono a questi tre soggetti le iniziative che il Teatro Comunale di Casalmaggiore, assieme all’assessorato alla Cultura, ha messo in piedi e presentato nella mattinata di venerdì, anticipando che, rispetto al cartellone, altre novità sono in cantiere.

L’assessore alla Cultura Pamela Carena e il direttore del Teatro Giuseppe Romanetti, coadiuvati dalla collaboratrice Maria Vittoria Maffezzoli, hanno illustrato i tre differenti percorsi. Nel primo caso non si può parlare di un vero e proprio spettacolo ma di una iniziativa che, partita dal giornale on line “La Grande Testata” edito da Maria Andaloro, sta toccando vari luoghi di cultura in tutta Italia. Dopo l’esordio a Villa di Rometta a Messina lo scorso 29 giugno, l’iniziativa “Posto Occupato” giungerà anche a Casalmaggiore dallo spettacolo di sabato 29 novembre in poi, accompagnando l’intera stagione teatrale. “Per ricordare le donne vittima di violenza” ha spiegato Carena “occuperemo in ogni spettacolo a teatro un posto, già fissato, con un cappello, un cappotto, un foulard o comunque un indumento femminile: sarà il simbolo di ogni donna vittima di violenza in Italia e nel Mondo”. “Pensiamo di posizionare il posto in platea, possibilmente nella fila zero: questo perché” ha spiegato Romanetti “in questo modo il nostro gesto simbolico sarà visibile da tutte le posizioni del teatro. E’ giusto ricordarsi della violenza sulle donne sempre, non solo per un giorno, dunque noi abbiamo pensato di aderire a questa novità all’interno dell’intera stagione teatrale”.

La seconda iniziativa coinvolge invece la compagnia di danza AterBalletto, “di fatto la più importante compagnia nazionale che non sia un ente lirico in Italia” ha spiegato Romanetti. Un evento in forma gratuita sia per il Teatro Comunale che per chi deciderà di partecipare. L’AterBalletto, che sarà protagonista di uno spettacolo a Casalmaggiore il 18 aprile, qualche giorno prima, per la precisione il 15 aprile, dalle 16.30 alle 18.30 organizza un Workshop con Valerio Longo e a cura del ballerino di punta Arturo Cannistrà. “E’ stata una bella sorpresa, proposta dalla stessa compagnia” ha precisato Carena “che darà la possibilità a 25 giovani – i posti sono infatti limitati – dai 14 anni in su di partecipare sul palco a questa sorta di allenamento per conoscere la storia e la poetica degli AterBalletto e soprattutto per mettere poi in pratica alcuni movimenti dello spettacolo”. E’ possibile prenotarsi al numero 0375-284422 oppure alla mail g.romanetti@comune.casalmaggiore.cr.it. “Il workshop è dedicato alle scuole” ha precisato Romanetti “dunque agli studenti e durerà un paio d’ore, ma non escludiamo che in futuro possa essere riproposto su più giorni: per ora è una sorta di fase di lancio sperimentale”.

A proposito di scuole, a queste è legata l’ultima novità. “L’iniziativa “Dal Palcoscenico alla Penna” sarà dedicata ai ragazzi delle scuole superiori” ha spiegato Carena “dato che solitamente il Teatro Ragazzi è pensato invece per le Medie. I ragazzi prima seguiranno un corso su come scrivere una recensione critica, poi assisteranno a uno spettacolo al prezzo agevolato di 5 euro, già fissato per tutto l’anno, infine potranno produrre il loro scritto in 2mila battute, che verrà poi valutato”. In particolare, gli studenti che parteciperanno seguiranno una presentazione da parte dello stesso Romanetti e di Valeria Ottolenghi dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro, che fornirà indicazioni preziose sulla stesura del testo. Romanetti invece si occuperà di introdurre i ragazzi allo spettacolo che verrà messo in scena. “Non solo” ha aggiunto Romanetti “. Oltre alla recensione classica abbiamo pensato ad un altro strumento più moderno e legato all’attualità: chi vorrà, infatti, potrà tenere un vero e proprio diario di bordo della serata, con foto nel foyer, interviste e confronto con gli attori ed esperienze personali, che saranno poi condivise dalla pagina Facebook del nostro Teatro Comunale”. Il miglior “diario di bordo” (che riceverà più “mi piace”) sarà premiato con due abbonamenti alla prossima stagione teatrale; stesso premio per la miglior recensione votata dalla Giuria; ai secondi e terzi classificati, invece, in premio andranno biglietti in varia misura.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti