Commenta

Cavatorta-Federici,
ecco le risposte
ai tre quesiti 5 Stelle

cavatorta-federici_ev

Nella foto Cavatorta e Federici

VIADANA – Più articolato Nicola Federici, che cerca la rimonta; più asciutto, decisamente più asciutto, Giovanni Cavatorta, candidato in vantaggio di 16 punti percentuali e che dunque appare favorito per il ballottaggio di domenica. Risposte simili nei contenuti ma molto differenti nello stile quelle che i due candidati sindaci hanno fornito ai tre quesiti del Movimento 5 Stelle, terza forza al primo turno elettorale e dunque decisamente “pesante” per l’elezione del futuro primo cittadino di Viadana. Riportiamo fedelmente le risposte dei due candidati, così come sono riportate sul blog del Movimento 5 Stelle, rimarcando che entrambi i candidati hanno accolto le proposte pentastellate.

 

Risposte Giovanni Cavatorta

–  Quali azioni intendete intraprendere per contrastare la comprovata infiltrazione della criminalità organizzata nel territorio viadanese e, in particolare, accetterete di istituire una commissione antimafia comunale?

Ok a commissione antimafia.

– Considerato che nei primi anni del vostro eventuale mandato scadrà il contratto con Tea Rifiuti, siete disposti ad una gestione diretta e intercomunale dei rifiuti che riduca di circa la metà gli attuali 183 euro di spesa pro-capite prendendo come modello ad esempio il porta a porta attuato dal comune di Rodigo, il quale con gestione autonoma ha dimezzato il costo della tariffa dei rifiuti producendo anche nuovi posti di lavoro?

Ok a revisione piano rifiuti e nuovo bando, partnership con comuni limitrofi in un’ottica di nuova gestione anche diretta.

– Considerando gli effetti negativi già dimostrati sulla salute dei bambini dell’aria inquinata nel distretto viadanese, siete intenzionati a installare centraline autonome  per il monitoraggio delle polveri sottili e ultrasottili, gestite attraverso istituti accreditati Accredia in modo da avere un controllo continuativo anziché saltuario come avvenuto in passato?

Ok a monitoraggio delle polveri sottili previa valutazione del costo.

 

Risposte Nicola Federici

– Quali azioni intendete intraprendere per contrastare la comprovata infiltrazione della criminalità organizzata nel territorio viadanese e, in particolare, accetterete di istituire una commissione antimafia comunale?

Le infiltrazioni della criminalità organizzata nel territorio Viadanese devono essere contrastate in modo unitario, pertanto siamo dell’idea che serve una commissione antimafia sovracomunale che riguardi almeno tutto l’Oglio Po Mantovano parlare in questo caso solo di Viadana è troppo restrittivo. Nel caso non si riuscisse a farlo come Oglio Po il minimo è farlo come comune di Viadana. Inoltre come già fanno a Reggio Emilia, ci sarebbe bisogno di un tavolo di lavoro costruito dalla Prefettura che possa mettere in rete tutti i sindaci del Mantovano per permettere di passarsi le informazioni e le buone prassi la nostra volontà in questo caso è di farci portatori di questa iniziativa. Come amministrazione inoltre: aderiremo alla carta di Avviso pubblico; ci faremo promotori come in passato per organizzare giornate nelle scuole di sensibilizzazione sull’argomento; ci metteremo a fianco di eventuali altri sondaggi che istituti privati vogliono fare nel territorio

– Considerato che nei primi anni del vostro eventuale mandato scadrà il contratto con Tea Rifiuti, siete disposti ad una gestione diretta e intercomunale dei rifiuti che riduca di circa la metà gli attuali 183 euro di spesa pro-capite prendendo come modello ad esempio il porta a porta attuato dal comune di Rodigo, il quale con gestione autonoma ha dimezzato il costo della tariffa dei rifiuti producendo anche nuovi posti di lavoro?

Sulla gestione dei rifiuti abbiamo scritto in modo molto chiaro nel nostro programma quali sono le nostre idee. Pensiamo che ci sia la necessità di mettere in appalto la gestione del servizio di smaltimento dei rifiuti insieme ai comuni limitrofi e con il completamento della piazzola ecologica di Viadana, questa potrà essere usata come centro raccolta sovracomunale. L’appalto pubblico, la logistica insieme ad una riduzione bisettimanale della raccolta di alcune tipologie di rifiuto, porterà ad una forte riduzione dei costi. Non è possibile quantificare a priori la riduzione dei costi ma sicuramente sarà una riduzione significativa. Se posso fare una considerazione personale sui posti di lavoro, non ritengo corretto dire che si creano nuovi posti di lavoro, perché c’è sicuramente qualcuno che assume come ci sarà qualcuno che dovrà lasciare a casa dei lavoratori.

– Considerando gli effetti negativi già dimostrati sulla salute dei bambini dell’aria inquinata nel distretto viadanese, siete intenzionati a installare centraline autonome  per il monitoraggio delle polveri sottili e ultrasottili, gestite attraverso istituti accreditati Accredia in modo da avere un controllo continuativo anziché saltuario come avvenuto in passato?

Siamo disponibili ad acquistare le centraline autonome possibilmente attraverso l’indagine ambientale Viadana “tre” da fare insieme agli enti di controllo come ASL e Arpa, ricordo che il comune ha ancora circa 17.000 € di residui da l’indagine ambientale Viadana 2 che può investirli per questi servizi.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti