Commenta

Fontana, ritorna
padre Giuseppe e partono
lavori di sistemazione

padre-giuseppe-fontana-lavori_ev

Nella foto padre Giuseppe Attorre e i cartelli che segnalano il divieto d’accesso per i lavori

CASALMAGGIORE – Un nuovo frate per il Santuario della Madonna della Fontana di Casalmaggiore, che va a rinforzare la compagnia dei Cappuccini dopo gli avvicendamenti dell’ultimo anno. Si tratta, per la precisione, di un gradito ritorno: dodici anni dopo la sua ultima esperienza a Casalmaggiore, infatti, torna padre Giuseppe Attorre, originario di San Vito dei Normanni, in provincia di Brindisi e che ha trascorso gli ultimi anni presso il Santuario di Sestri Levante.

L’arrivo di padre Giuseppe, perfezionato giovedì scorso, è stato annunciato ai fedeli durante la messa vespertina di sabato. Non è stata l’unica novità annunciata: i locali interni del Santuario, infatti, in particolar modo quelli che hanno ospitato, in tutti questi anni, presepi o mostre missionarie e che, in zona attigua, ospitano i vari padri cappuccini della Fontana, sono “malati” e pericolanti. Problemi strutturali che hanno costretti gli stessi padri cappuccini a dormire, in questi e presumibilmente nei prossimi giorni, in locali non adibiti a stanze o dormitori, dove vengono tirate appositamente le tende laddove mancano le inferriate, e sfruttando anche la Casa del Pellegrino, che sorge a pochi passi dal Santuario, sempre all’interno della stessa struttura.

I lavori, come è stato annunciato dall’altare, partiranno a breve per sistemare in particolare il pavimento, che in alcuni punti si è letteralmente “imbarcato”, e altre parti architettoniche, in qualche caso pericolanti e a rischio crollo. L’accesso ai corridoi considerati a rischio è impedito anche dalla presenza di appositi cartelli, firmati da padre Andrea Cassinelli, che ricordano il pericolo. Serviranno, molto probabilmente, alcuni mesi per tornare alla normale sistemazione, tanto che viene da chiedersi se sarà confermato il presepe tanto apprezzato dai fedeli ogni anno per il periodo di Natale: vista l’emergenza, l’esposizione potrebbe saltare oppure più semplicemente essere spostata in qualche altro locale. Si tratta del resto di una situazione senza precedenti o comunque difficile da ricordare per l’amato Santuario di Casalmaggiore.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti