Commenta

Omicidio Gobbi: ergastolo
per Roberto Infante, uno
dei complici del delitto

Carcere a vita per Roberto Infante, l'artigiano edile di 51 anni di Boretto, in provincia di Reggio Emilia, complice nell'omicidio di Giorgio Gobbi, 43 anni, imprenditore di Cicognolo ucciso a fucilate il 4 dicembre di due anni fa nella sede della sua ditta a Viadana.
gobbi-omicidio_ev
Nella foto, la vittima

Carcere a vita per Roberto Infante, l’artigiano edile di 51 anni di Boretto, in provincia di Reggio Emilia, complice nell’omicidio di Giorgio Gobbi, 43 anni, imprenditore di Cicognolo ucciso a fucilate il 4 dicembre di due anni fa nella sede della sua ditta a Viadana. E’ la decisione pronunciata dalla corte d’assise di Mantova presieduta dal giudice Gianfranco Villani, che dopo tre ore di camera di consiglio ha condannato l’imputato all’ergastolo. Per le parti civili (la mamma, la sorella e la compagna della vittima) è stata disposta una provvisionale immediatamente esecutiva di 50 mila euro. Infante era accusato di omicidio pluriaggravato dalla premeditazione. Per l’accusa, aveva aiutato Luciano Bonazzoli, l’autore materiale del delitto, nelle fasi dell’omicidio e del trasporto del cadavere. Da parte sua, Infante si era difeso dicendo di essere stato attirato sul luogo del delitto e costretto a collaborare alle fasi successive sotto minaccia di una ritorsione contro di lui e la figlia. E’ invece fissata per il prossimo 22 aprile la sentenza per Bonazzoli, 48 anni, cognato della vittima, che ha scelto di essere processato con il rito abbreviato. Bonazzoli è reo confesso dell’omicidio. Rito abbreviato anche per l’altro complice Edo Dolci, 50 anni di Marmirolo, in provincia di Mantova. Secondo gli investigatori, Gobbi aveva affidato al cognato orologi e gioielli per 150 mila euro che Bonazzoli aveva venduto per ricavare i soldi da giocare alle slot-machine. Il cadavere della vittima era stato ritrovato nel baule della sua Range Rover, abbandonata nel parcheggio di un centro commerciale a Parma.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti