Commenta

Piadena: per la rapina
in banca di agosto
arrestati due mantovani

Ora si trovano nel carcere di Mantova dopo essere stati arrestati dai carabinieri del nucleo investigativo di Cremona. Giovedì 19 ottobre è in programma l'interrogatorio di garanzia e l'udienza di convalida.

PIADENA – Sono Sandro Calderoni, 61 anni, di Suzzara, e Vittorio Chiodi, 67 anni, di Mantova, le due persone arrestate dai carabinieri del nucleo investigativo di Cremona per la rapina messa a segno a Piadena lo scorso 21 agosto ai danni della filiale della Banca Intesa San Paolo di via Libertà. I due, per gli inquirenti, sarebbero gli autori materiali del colpo. Attualmente sono rinchiusi nel carcere di Mantova. Un terzo presunto complice, Maurizio Bertani, sarebbe stato il ‘palo’: avrebbe infatti atteso all’esterno della banca a bordo di una Lancia Libra rubata qualche giorno prima a San Giovanni in Croce (per questo motivo i tre uomini dovranno anche rispondere anche di ricettazione). Bertani era già in carcere. Il giorno della rapina erano al lavoro il direttore della filiale e due impiegate, ed erano presenti anche alcuni clienti. Era tarda mattinata: due malviventi avevano fatto irruzione nella banca e minacciato la cassiera con un taglierino. Dopo essersi fatti consegnare il denaro in cassa, circa 550 euro, erano fuggiti in auto. A Suzzara in casa di Calderoni i carabinieri hanno trovato occhiali da sole compatibili con quelli registrati dalle immagini delle telecamere della banca. A Mantova, nella casa di Vittorio Chiodi, gli inquirenti hanno rinvenuto in un armadio le parrucche, una camicia rosa, una bandana gialla e guanti di lattice indossati durante la rapina.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti