Commenta

Piazza Garibaldi, i commercianti
portano le piante: la più
bella in ricordo di Francesca

Fino al 10 giugno i commercianti di Casalmaggiore faranno entrare nella piazza, a partire dal 9 maggio, 30 piante. Non saranno vasi ornamentali, ma piante vere e proprie, 4 metri di altezza.
In foto, da sinistra, Daniela Bellini, Patrizio Sartori, Gabriella Carinelli e Franco Frassanito

CASALMAGGIORE – 30 piante ad abbellire una piazza bella, ma spoglia e priva di verde. 30 piante che avranno ognuna uno sponsor ed un curatore, perché ognuna porterà un riconoscimento di chi se ne dovrà prendere cura. 29 affidate ai commercianti, più una, la più bella, che porterà il nome di Francesca Cerati, la giovane ballerina morta l’8 marzo del 2017 mentre era sulla tangenziale di Colorno e stava tornando a casa.

Ha gli occhi lucidi Daniela Bellini, mentre parla del progetto – una vera e propria rigenerazione – che lei stessa insieme ad un manipolo di commercianti coraggiosi ha voluto fortemente. Daniela – animo sensibile – si lascia qualche volta trasportare dall’emozione e quella pianta per Francesca “Sarà diversa da tutte le altre, la più bella della piazza”.

Ieri mattina, al bar Centrale, è stata presentata la sperimentazione che prenderà il via il 9 maggio prossimo e durerà – come sperimentazione – sino al 10 giugno prossimo. Presenti Daniela Bellini, Gabriella Carinelli, Patrizio Sartori, Franco Frassanito e Paolo Bocchi.

“E’ con grande gioia – ha spiegato Daniela – finalmente che posso dire che in occasione de ‘La città dei bambini’ e fino al 10 giugno i commercianti di Casalmaggiore faranno entrare nella piazza, a partire dal 9 maggio, 30 piante”. Non saranno vasi ornamentali, ma piante vere e proprie, 4 metri di altezza. “Saranno messe in tutta sicurezza e fissate ai colonnelli con l’intento di cambiare e migliorare, a partire dal verde, l’immagine della piazza”. Le piante saranno prese a noleggio dal vivaio Lucio Rossi di Canneto che ha già curato altri progetti simili. L’operazione si autofinanzierà con la partecipazione dei commercianti. Già oltre la metà quelle prenotate. “Ogni commerciante che sponsorizzerà una pianta se ne prenderà cura, ma in generale ce ne prenderemo cura tutti. Con 30 piante – aggiunge Daniela Bellini – non risolviamo tutti i nostri problemi ma il verde dona felicità e serenità da sempre”.

“L’iniziativa è nostra, è partita da un’idea di alcuni commercianti. Speriamo con questo che chiunque poi amministrerà la città cominci a pensare ad una svolta necessaria per migliorarla. Che ci sia poi continuità con quello che stiamo per fare. Questo è il primo passo, ma poi guarderemo se sarà possibile pensare all’arredo urbano di una piazza che va cambiata in meglio, per renderla più vivibile”. Bellezza, vivibilità, attrattività, socialità e l’idea che ci si possa muovere coinvolgendo anche le istituzioni, senza aspettare un – input – dall’alto.

“Le piante – prosegue Daniela – arriveranno mercoledì mattina. Abbiamo già trovato chi ci darà una mano gratuita a metterle giù. E’ bastato chiedere. Ci auguriamo tutti che questa sperimentazione abbia un significato per tutta la città”.

Le piante verranno assicurate ai colonnelli e verrà stipulata una polizza contro eventuali danni. Già oggi la stessa Daniela porterà nel dettaglio l’idea all’amministrazione dopo averla già accennata nei giorni scorsi allo stesso sindaco.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti