Commenta

Centralissima al via con
i Pau Amma, serata di buona
musica che fa subito centro

Il sound della band, sospeso e sognante, strizza l’occhio alla neo-psichedelia e a un certo cantautorato italiano a cavallo tra gli anni ‘70 e ’80, con una cura particolare negli arrangiamenti e nella gestione delle armonie. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

CASALMAGGIORE – Si è partiti giovedì 2 maggio con Pau Amma, progetto pop psichedelico nato a Bergamo nel 2015, da un’idea di Gregorio Manenti (chitarra, tastiere). La formazione viene completata nel gennaio 2018 con l’aggiunta di Giulio Mastropietro (voce, tastiere, chitarra), Andrea Moriggi (basso) e Alessandro Seminati (batteria). Il sound della band, sospeso e sognante, strizza l’occhio alla neo-psichedelia e a un certo cantautorato italiano a cavallo tra gli anni ‘70 e ’80, con una cura particolare negli arrangiamenti e nella gestione delle armonie. Giovedì prossimo sarà il turno di Handlogic, poi il 16 maggio Angela Kinczly, il 23 Gianmaria Simon e il 30 Zotrio, tutti cantautori, chiuderanno la rassegna 2019 con concerti sempre dalle 21.30 e tutti a ingresso gratuito con stand gastronomico predisposto.

N.C.-G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti