Commenta

Bozzolo, conclusi i campi
estivi 2019 degli Scout: un
altro anno da ricordare

Si chiude così l’anno Scout 2019 al fine di formare il buon cittadino, base di una società sana, fondata sull’amicizia e la solidarietà. Tutto improntato al sano divertimento e nell’imparare a vivere stando insieme

BOZZOLO – Si sono conclusi i campi Estivi del Gruppo Scout Bozzolo 1. Il Bozzolo 1 nato nel 1977 ha affrontato così il campo estivo numero 42 per ognuna delle 3 Branche. Lupetti e Coccinelle, Esploratori e Guide, Rover e Scolte accompagnati dai rispettivi Capi.

L’esperienza Scout è una dei quelle avventure che rimangono nella mente di tutti quelli che hanno un fazzolettone al collo, lo hanno avuto e lo porteranno nel cuore per sempre. Il culmine dell’esperienza annuale arriva con l’attesissimo campo estivo.

Il Branco “Roccia della Pace” ha vissuto le vacanze di Branco a Fontanaluccia sull’appennino modenese con la presenza di 38 lupetti, 6 capi, 4 aiuto capi e 3 cuoche. Il tema è stato “il Giro del Mondo in 80 giorni” dove le sestiglie dei Pezzati, Fulvi, Bruni, Neri e Bianchi si sono sfidate in giochi e caccie, visitando e assaporando le culture di India, Iraq, Colombia, Nuova Zelanda e Hawaii.

Il Reparto “Giovanni Paolo II” composto da 15 ragazzi, 5 capi e 2 cuochi ha piantato le sue tende in località Pieve di Molli in provincia di Siena dove con il tema di “Hunger Games” ha visto le Squadriglie delle Rane, Camaleonti, Tonni e Corvi gareggiare per avere la meglio nel percorso hebert, costruzioni, gara di cucina e giochi notturni dove è stata l’occasione per avere incontri ravvicinati anche con qualche cinghiale.

Infine il Clan “Stella Polare” con 4 scolte e il loro capo hanno inforcato la bici dal sagrato della Chiesa di San Pietro a Bozzolo e seguendo le ciclabili lungo il Po sono arrivati fino a Ferrara, passando da San Benedetto Po e Stellata di Bondeno per apprezzare natura, mobilità ad impatto zero per un viaggio soprattutto interiore a discutere di servizio e vivere la fatica della strada.

Si chiude così l’anno Scout 2019 al fine di formare il buon cittadino, base di una società sana, fondata sull’amicizia e la solidarietà. Tutto improntato al sano divertimento e nell’imparare a vivere stando insieme agli altri.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti