Commenta

Salvarono un uomo
dal suicidio: il comune di
Viadana premia i carabinieri eroi

Alla cerimonia hanno preso parte, oltre ai due carabinieri, Appuntato scelto Q.S. Marco Di Fede e Appuntato Giuliano Longo, anche Romano Bellini, assessore alla Sicurezza, e il Capitano Gabriele Schiaffini, comandante dell'Arma di Viadana.
Nella foto Di Fede, Longo, l'assessore Bellini e il comandante di Viadana Schiaffini

VIADANA – Venerdì mattina l’Amministrazione Comunale di Viadana ha conferito un pubblico riconoscimento a due carabinieri che si sono distinti durante un sevizio, che ha consentito lo scorso 25 settembre di salvare una vita umana. Alla cerimonia hanno preso parte, oltre ai due carabinieri, Romano Bellini, assessore alla Sicurezza, e il Capitano Gabriele Schiaffini, comandante dell’Arma di Viadana.

I due militari, Appuntato scelto Q.S. Marco Di Fede e Appuntato Giuliano Longo, su richiesta di intervento per una lite famigliare, hanno scoperto che il marito della donna che aveva dato l’allarme si era recato vicino all’attracco del fiume Po, in via al Ponte. I militari hanno riconosciuto alle spalle dell’uomo, da una videochiamata del marito alla moglie proprio mentre i due carabinieri erano presenti, il luogo in cui si trovava, esattamente il porticciolo sul fiume Po. Arrivando sul posto, hanno notato subito che l’uomo, un 50enne di origine indiana in quel momento alticcio, si trovava giù dalla riva a ridosso dell’acqua. Dopo aver chiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco hanno visto l’uomo che si era ormai immerso e si teneva aggrappato faticosamente ad una imbarcazione attraccata al molo. Così i militari hanno scavalcato la porta inferriata del molo chiusa con un lucchetto e afferrato l’uomo, riuscendo a trattenerlo fino all’arrivo dei Vigili del Fuoco, in modo da trarlo in salvo.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti