Ultim'ora
Commenta

Viadana, Zaffanella strizza l'occhio
alle liste Minotti e lascia libero il posto
da vicesindaco. M5S fuori dal consiglio

"Pur nella non completa identificazione dei nominativi da inserire in giunta, si è stabilito - spiega Zaffanella - di non attribuire il nome del vicesindaco ma di lasciarlo "a disposizione" della candidata Minotti o ad altri candidati di sua fiducia, al fine di realizzare una giunta il più possibile trasversale, nell'auspicio di un possibile accordo".

VIADANA – Se il tempo per gli apparentamenti ufficiali è terminato alle ore 12 di domenica, ecco che quello per gli accordi continua. E, per qualcuno, inizia proprio adesso. Occorre annotare, anzitutto, che con l’apparentamento ufficiale tra le liste a sostegno di Fabrizia Zaffanella e Viadana Democratica di Silvio Perteghella (che sarà ufficializzato anche sulla nuova scheda elettorale del ballottaggio), il Movimento 5 Stelle esce dal consiglio comunale. Stando a un rapido calcolo, infatti, verrebbe meno ora anche l’unica possibilità offerta ai pentastellati prima di domenica e prima dell’apparentamento, ossia in caso di successo di Nicola Cavatorta. Insomma, con qualsiasi esito elettorale, dopo gli ultimi sviluppi, i pentastellati sarebbero fuori dal consesso cittadino. Un motivo, eventualmente, per sedersi al tavolo delle trattative e degli accordi, cercando di essere presenti in forma differente (assessorato esterno, per esempio?).

Passando all’apparentamento con Perteghella, Zaffanella spiega. “L’accordo è stato reso possibile grazie a una condivisione di alcuni punti programmatici, compito non complesso in quanto le liste si muovono entrambe in un ambito progressista. Tuttavia, di comune accordo, pur nella non completa identificazione dei nominativi da inserire in giunta, si è stabilito di non attribuire il nome del vicesindaco ma di lasciarlo “a disposizione” della candidata Minotti o ad altri candidati di sua fiducia, al fine di realizzare una giunta il più possibile trasversale, nell’auspicio di un possibile accordo”.

Una novità, quest’ultima, che non era affatto scontata e rappresenta una vera e propria apertura di Zaffanella a Minotti e al suo gruppo. Non avere nominato chi sarà vicesindaco in caso di vittoria, infatti, lascia intendere che, se vi sarà un accordo con le liste civiche di Minotti, potrebbe essere proprio quest’ultima a ricoprire il ruolo di vice di Zaffanella, naturalmente in caso di successo della candidata giunta seconda al primo turno. Come detto, il tempo degli accordi va avanti: c’è tempo un’intera settimana, prima del ballottaggio fissato domenica 4 e lunedì 5 ottobre.

LEGGI IL VERBALE DI ACCORDO IN VENTI PUNTI ZAFFANELLA-PERTEGHELLA

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti