Salute
Commenta

Mantova, ripartita ieri l'attività
cardiochirurgica programmata

La Direzione Medica e delle Professioni Sanitarie, in collaborazione con i direttori e coordinatori coinvolti, sta completando la predisposizione di un piano di ampliamento dei posti letto e degli slot operatori in elezione da assegnare ai reparti dei dipartimenti chirurgici.

E’ ripartita ieri, con il primo intervento, l’attività programmata della Cardiochirurgia dell’ASST di Mantova. Dopo la sospensione dovuta alla pandemia, si riparte con la disponibilità di 4 letti per la degenza chirurgica e altri 3 letti per la riabilitazione cardiorespiratoria, tutti collocati nel reparto di Cardiochirurgia del Carlo Poma.

La programmazione iniziale prevede al momento l’esecuzione di due interventi cardiochirurgici a settimana, interventi che vanno a integrare le sedute dedicate ai cittadini mantovani in Poliambulanza effettuate dai professionisti di ASST, sulla base della convenzione già esistente. L’azienda ha comunque sempre garantito al Poma, anche nei periodi più intensi dell’epidemia, gli interventi cardiochirurgici in emergenza.

La Direzione Medica e delle Professioni Sanitarie, in collaborazione con i direttori e coordinatori coinvolti, sta completando la predisposizione di un piano di ampliamento dei posti letto e degli slot operatori in elezione da assegnare ai reparti dei dipartimenti chirurgici, con tempistiche e modalità in fase avanzata di definizione e approntamento.

Elena Miglioli

© Riproduzione riservata
Commenti