Cronaca
Commenta

Lavori pubblici, Casalmaggiore
indica le cinque priorità per il 2023

Nel dettaglio 12 milioni 214mila euro sono stati messi a disposizione per il primo anno, il resto invece sul secondo anno con un totale sul biennio di 6 milioni 390mila euro derivati da finanziamenti e 7 milioni 40mila euro derivanti da entrate aventi destinazione vincolata per legge. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

La pubblicazione all’albo pretorio del comune di Casalmaggiore del programma triennale 2023-2025 delle Opere Pubbliche di fatto fa il punto su esigenze già note del comune casalese, ma mette anche nero su bianco una lista di priorità da parte dell’amministrazione.

Il documento è molto approfondito e parte dalla disponibilità economica che sui tre anni al momento è di 13 milioni 581mila euro, che potrebbe però aumentare se si tiene conto che al momento non sono conteggiate risorse sull’annualità 2025, in via prudenziale e in attesa dello sblocco di eventuali finanziamenti o bandi.

Detto questo, 12 milioni 214mila euro sono stati messi a disposizione per il primo anno, il resto invece sul secondo anno con un totale sul biennio di 6 milioni 390mila euro derivati da finanziamenti e 7 milioni 40mila euro derivanti da entrate aventi destinazione vincolata per legge.

Cinque le opere con massima priorità indicate dall’amministrazione: la riqualificazione della palestra di via Marconi per 525mila euro; la manutenzione straordinaria della Gronda Nord nel tratto tra la Sabbionetana e la Padana Inferiore per 352mila euro; la rifunzionalizzazione dell’ex Macello di via Guerrazzi per 3 milioni 399mila euro; la riqualificazione del porfido in centro storico per 150mila euro; il nuovo palazzetto dello sport per 2 milioni 200mila euro per quanto concerne il prossimo biennio.

Seguono interventi in priorità media ma comunque previsti per il 2023, ossia il miglioramento sismico ed efficientemento energetico dell’immobile di via Romani numero 1; il restauro conservativo di parte della biblioteca Mortara; la messa in sicurezza del tratto di viabilità comunale di via Case Sparse a Quattrocase e a Valle; la messa in sicurezza e l’adeguamento impiantistico dell’ex convento di Santa Chiara; il miglioramento sismico della copertura della sede della Polizia Locale e del comparto tecnico; oltre che dell’asilo nido Aroldi. Infine la ristrutturazione del centro anziani “Primavera” e la manutenzione straordinaria della Casa del Mutilato e dell’ex Omni di via Corsica.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti