Commenta

Amurt: impegno per l'acquisto
di un Autoemoteca
per l'Avis marchigiana

Un mezzo mobile attrezzato e a norma che permetterà loro di riprendere subito l’attività di donazione di sangue coinvolgendo tutti i comuni rietini maggiormente colpiti dal sisma da Accumoli a Pescara del Tronto ad Arcuata
img_3738

CASALMAGGIORE – La delegazione di Amurt in missione nelle zone terremotate del Centro Italia ha vissuto una due giorni molto intensa, ha visitato alcuni i centri colpiti dal sisma ed ha avuto contatti importanti per proseguire l’azione di supporto post terremoto.

La prima tappa è stata a Rieti dove abbiamo consegnato i beni di prima necessità che ci erano stati richiesti dalla Confcommercio del capoluogo laziale che ha una postazione ad Amatrice dove quotidianamente fornisce assistenza ai propri consociati e trasporta la merce richiesta per le necessità della popolazione, abbiamo conosciuto il Presidente Leonardo Tosti che ci ha ringraziato e con il quale ci terremo in contatto per altre eventuali raccolte.

Poi abbiamo visitato Montegallo dove il sindaco Sergio Fabiani ci ha accolto spiegandoci che il suo paese pur non avendo avuto vittime ha moltissime case inagibili perciò molti si apprestano a passare l’inverno in seconde case agibili messe a disposizione dai proprietari o in casette fornite dalla protezione civile Emilia Romagna che attualmente ha impiantato nel campo sportivo un Centro operativo dove non manca niente, c’è persino la farmacia e la chiesa, abbiamo proposto di installare nella sala polivalente una televisione in maxi schermo che ci è stata donata da un nostro sostenitore, fra qualche giorno verrà recapitata e montata.

Sicuramente l’esperienza più forte è stata la visita ad Amatrice dove il terremoto ha colpito con una violenza inaudita, attualmente la maggior parte delle case ridotte in macerie sono sotto sequestro, le tendopoli approntate dalla protezione civile della regione Lazio sono in fase di smantellamento, molti andranno nelle casette, altri, pochi, in albergo.

Amatrice cerca di ripartire, le scuole sono state montate a tempo di record dalla Protezione civile del Trentino, primarie, secondarie e a giorni anche il liceo scientifico, abbiamo incontrato il vicepresidente della sezione Avis Francesco Di Marco che ci ha illustrato le problematiche attuali, il progetto che ci ha proposto è quello di acquistare una Autoemoteca, cioè un mezzo mobile attrezzato e a norma che permetterà loro di riprendere subito l’attività di donazione di sangue coinvolgendo tutti i comuni rietini maggiormente colpiti dal sisma da Accumoli a Pescara del Tronto ad Arcuata e una volta ricostruita la sede, resterà a disposizione dell’Avis Provinciale per supportare le donazioni, attualmente infatti ci sono solo 3 autoemoteche in tutto il Lazio.

Sicuramente un obiettivo ambizioso visto il costo di circa 140.000 euro ma la raccolta fondi è già partita attraverso la rete Avis, noi di Amurt faremo la nostra parte sposando questo progetto concreto di grande utilità e invitiamo chiunque lo desideri, privati cittadini, Associazioni, Aziende a partecipare, tutte le iniziative che organizzeremo da qui a fine anno saranno finalizzate per l’Avis di Amatrice.

Per chi volesse saperne di più l’invito è a contattarci: 3202958388 o info@amurt.it

Per donazioni: Banco Popolare Ag. Casalmaggiore Iban: IT20V0503456746000000199983

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti