Commenta

Warriors Viadana, ecco
il team giovanile: sarà
iscritto al campionato di A2

Tutte le prratiche per perfezionare l'iscrizione alla seconda divisione nazionale sono state completate nella mattinata di Mercoledì 31 Luglio, proprio nell'ultima data utile per potersi accreditare ai campionati della prossima stagione

VIADANA – La società è lieta ed orogogliosa di comunicare la nascita ufficiale della seconda squadra targata Macron Warriors.

Nata dall’idea di allargare la possibilità a tutti di praticare la disciplina, Marcon Warriors Junior apre i battenti con grandi prospettive di crescita e con una forte vocazione sociale che abbraccia una dichiarata ambizione sportiva.

La compagine, per la quale saranno effettuate ufficializzazioni a mezzo stampa sia per i componenti del roster che per la direzione tecnica, parteciperà al campionato 2019-2020 di Serie A2. Tutte le prratiche per perfezionare l’iscrizione alla seconda divisione nazionale sono state completate nella mattinata di Mercoledì 31 Luglio, proprio nell’ultima data utile per potersi accreditare ai campionati della prossima stagione.

Nonostante la fortissima vocazione sociale che anima questa evoluzione della famiglia Warriors, l’obbiettivo è quello di creare, pur rimanendo nel divertimento, una reale “cantera” per la prima squadra mettendo a disposizione degli atleti tutta la struttura della prima squadra ed un tecnico qualificato, esperto e preparato.

La società farà precisa richiesta alla Federazione perchè vengano disputate le gare di entrambe le compagini della medesima giornata in modalità sequenziale. Tale richiesta è motivata dalla volontà di creare un “Powerchair Hockey day” capace di catalizzare la maggior attenzione possibile sia da un punto di vista mediatico che commerciale.

Fabio Merlino (Presidente Macron Warriors): “A soli cinque anni dalla fondazione della società è davvero incredibile poter annunciare la creazione di una seconda squadra con dichiarate ambizioni di creacita ed una fortissima vocazione rivolta al sociale. La spinta che ha animato me e la società, è data dalla possibilità di dare una chance di crescita per tanti ragazzi che, vivendo la difficoltà quotidiana della disabilità, hanno la voglia e la fame di rimettersi in gioco, attraverso lo sport, a caccia di un riscatto personale.

Per la società, questa evolkuzione, rappresenta un fortissimo sforzo economico. Un impegno e una sfida che abbiamo accettato, supportati dai nostri partner, con l’obiettivo di creare uno stile “Warriors” e stuzzicati dalla prospettiva di far fare tanto minutaggio anche a chi ha meno spazio nella nostra prima squadra, non trova spazio in altre compagini o magari si avvicina per la prima volta alla disciplina.

Il tutto nell’orbita di una prima squadra di Serie A1 della quale, perchè no, un domani si potrebbe fare parte. Rivolgo un grande in bocca al lupo a tutti i nuovi “guerrieri” e a loro rivolgo un grande “Benvenuti in Famiglia”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti