Commenta

Rotary COP e POC
e Polo Romani, convegno
sul tema della tossicodipendenza

Oltre agli interventi dei due Presidenti dei R.C., il convegno sarà incentrato sulla testimonianza di Fratel Francesco Zambotti, che da anni combatte in prima linea il fenomeno.
Nella foto la Tenda di Cristo

CASALMAGGIORE – I Rotary Club Piadena Oglio Chiese e Casalmaggiore Oglio Po, con i rispettivi Presidenti Avv. Gianfranco Tripodi e Dott.ssa Daniela Borella, con la collaborazione dell’I.I.S. Giovanni Romani di Casalmaggiore, in persona della Dirigente Prof.ssa Luisa Caterina Maria Spiedini, propongono un interessante convegno, aperto a tutti, sul tema della Tossicodipendenza. Il Convegno si terrà sabato 23 novembre 2019, dalle ore 9.00 presso l’Auditorium Santa Croce di Casalmaggiore, Via Porzio 5/A.

Oltre agli interventi dei due Presidenti dei R.C. e ai saluti della Dirigente scolastica, il convegno sarà incentrato sulla testimonianza di Fratel Francesco Zambotti della Tenda di Cristo, che da anni combatte in prima linea il fenomeno, sia materialmente, attraverso le proprie Comunità, sia divulgando la propria esperienza a contatto con le persone che tale fenomeno lo vivono sulla propria pelle. Dai dati che vengono pubblicati, la tossicodipendenza si palesa come una piaga purtroppo in crescita e, per certi versi, da qualche tempo sottovalutata per le sue profonde implicazioni sociali.

Le testimonianze, dal punto di vista scientifico e di vita, rese in un incontro diretto i giovani, può sicuramente rappresentare uno strumento efficace per una migliore conoscenza di quanto le droghe possano minare il cammino di un uomo. Nella convinzione che i drammi e le sofferenze psicofisiche, raccontate da chi le abbia realmente vissute, abbiano la forza di arrivare in modo diretto al cuore di tutti.

Il Rotary, nel promuovere questo convegno, si pone come strumento per aiutare la società a diventare migliore, mettendosi al servizio e creando tutte quelle occasioni che possano formare in modo positivo i ragazzi di oggi, nella speranza che essi possano diventare gli uomini di domani ai quali affidare la costruzione di un futuro migliore per tutti. Il convegno, proprio per tali ragioni, è aperto a tutti, giovani ed adulti, figli e genitori: perché certe battaglie si combattono insieme, si affrontano nella sincerità di un rapporto e nella più ampia conoscenza delle insidie della vita.

Per il Rotary, Servire ed Agire sono i pilastri del proprio impegno: essere, con tale attitudine, al fianco della Scuola e delle Famiglie, rappresenta un modo estremamente importante per svolgere tale funzione nel migliore dei modi, perché significa essere vicini alle cellule fondamentali che concorrono, con fatica, dedizione e responsabilità, alla costruzione di una società migliore. E, nel Convegno, Istituzioni scolastiche e Rotary hanno unito le proprie sensibilità organizzando un incontro mirato ad una più profonda e diretta conoscenza del fenomeno della tossicodipendenza giovanile: convinti che Conoscere è Prevenire.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti