Cronaca
Commenta

Andrea Lodi Rizzini, venerdì i
funerali: continuano le ricerche

A Boretto però la bici elettrica lo aveva lasciato a piedi causa una gomma bucata. Così aveva deciso di tornare a casa a piedi incontrando la morte  alla fine del ponte

Il padre di Andrea Lodi Rizzini è stanco e mercoledì sera ha chiuso la porta in faccia al cronista che lo aspettava davanti casa per raccogliere le quotidiane confidenze. “Oggi non ho voglia di parlare, è stata una giornata pesante, mi devi scusare”.

Sono tutte pesanti le giornate di Emilio Lodi Rizzini, il genitore di 81 anni che il giorno di Natale ha saputo di aver perso il figlio di 43 anni ucciso da una macchina sul ponte di Viadana. Si sta cercando il proprietario, o conducente di una Bmw serie 1 bianca piuttosto vecchiotta che è stata vista transitare in quella zona alle 21,30 della vigilia di Natale sul ponte da Boretto a Viadana.

Una macchina che potrebbe avere una targa straniera, dice il Maggiore Giovanni Martufi che conduce le indagini. Quella persona dovrebbe presentarsi al più presto presso la Compagnia di Viadana per cercare la sua posizione già piuttosto grave. Sono state visitate nel frattempo diverse carrozzerie del territorio alla ricerca di una vettura che presenti tracce di ammaccature.

Andrea Lodi Rizzini dopo aver cenato con il padre aveva inforcato la bicicletta elettrica e si era recato a Boretto per incontrare degli amici. Nel pomeriggio invece era stato visto in un bar insieme a due amiche che gli avevano probabilmente portato dei regali natalizi.

A Boretto però la bici elettrica lo aveva lasciato a piedi causa una gomma bucata. Così aveva deciso di tornare a casa a piedi incontrando la morte  alla fine del ponte. Intanto, dopo l’autopsia, sono stati fissati i funerali che si terranno nella chiesa di Cogozzo alle 10.30 di venerdi. Dopo l’ultimo saluto il rito della cremazione a Mantova. Sperando che nel frattempo chi si è reso responsabile dell’investimento mortale si costituisca liberando la sua coscienza da questo pesantissimo macigno.

ros pis

© Riproduzione riservata
Commenti