Ambiente
Commenta

Discesa sul Po, l'eredità di Umberto
che vive nella Comunità di fiume

Un senso di comunità si è respirato da San Daniele Po a Casalmaggiore e poi da Casalmaggiore a Viadana, dove la due giorni si è conclusa in riva al fiume, tra musica, cucina e soprattutto una premiazione: perché tra i tanti volti ha spiccato quello di Arcangelo Pirovano, uomo del Po 2021. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

“Il fiume è fatto di persone, di volti, ognuno di noi con un vissuto unico con il Po”. Partiamo da queste parole, pronunciate da Damiano Chiarini dell’associazione Persona Ambiente, organizzatore della Discesa sul Po e soprattutto figlio di Umberto Chiarini, l’ambientalista al quale questo evento è dedicato da 11 anni.

Un senso di comunità si è respirato da San Daniele Po a Casalmaggiore e poi da Casalmaggiore a Viadana, dove la due giorni si è conclusa in riva al fiume, tra musica, cucina e soprattutto una premiazione: perché tra i tanti volti ha spiccato quello di Arcangelo Pirovano, uomo del Po 2021.

Una festa per tante comunità, con una ventina di comuni coinvolti sulle sponde, anzi meglio ancora una festa di un’unica comunità, la comunità di fiume. Pensando a Umberto, ai suoi valori, ai tre aspetti coi quali Damiano l’ha ricordato: il legame vitale con la natura; l’intelligenza nel saperne leggere i segni e nel volerli approfondire per difenderla; la volontà di disseminare, di trasmettere agli altri. Proprio come la Discesa del Po fa da undici anni a questa parte.

G.G. (Video: drone Guido Sanfilippo – terra N.C.)

© Riproduzione riservata
Commenti